Celtic-Qarabag 1-0, Boyata ancora decisivo: ora guardia alta in Azerbaijan

celtic-qarabag

Un gol di Dedyrck Boyata regala al Celtic una preziosa vittoria nell’andata del terzo turno preliminare di Champions League, contro i campioni azeri, il Qarabag. Risulta ancora decisivo il centrale belga, ex Manchester City, dopo il gol messo a segno contro lo Stjarnan nel turno precedente; in attesa dell’attacco, per ora Deila si accontenta e porta a casa un preziosissimo 1-0 in vista della temuta trasferta in Azerbaijan.

Se il Celtic ha davvero intenzione di giocare la fase a gironi della Champions League, già a partire dalla prossima settimana dovrà scendere un’altra versione degli hoops. Perché probabilmente nessun elemento dell’undici titolare del Qarabag è conosciuto ad alto livello, ma gli azeri sono squadra rognosa che già stasera al Celtic Park ha mostrato tutte le sue qualità: difesa arcigna, rapidi contropiedi, centrocampo creativo. I primi 30 minuti dell’incontro sono stati un piccolo calvario per i padroni di casa: da Ciftci, che vince il ballotaggio con Griffiths ma che ancora non giustifica il milione e mezzo di sterline versato nelle casse del Dundee United, non arriva nessuno spunto pericoloso, gli unici fatti di cronaca sono i tentativi ospiti, in contropiede, di Dani Quintana e Taghiyev. Gli scozzesi si fanno più insistenti sul finire della frazione, Mackay-Steven impegna con un sinistro il portiere ospite Sehic. Fa il suo dovere anche Gordon, fresco di rinnovo fino al 2018, su una punizione niente male di Reynaldo.

Meglio il Celtic ammirato nella ripresa, i ragazzi di Deila si rendono pericolosi in almeno due occasioni: prima Ciftci spreca ancora da buona posizione imbeccato dalla sinistra da un attivo Izaguirre, poi sul colpo di testa del solito Van Dijk arriva il grande salvataggio di Sehic. Nonostante cresca anche Johansen, nonostante il Qarabag cominci a soffrire la pressione dei padroni di casa, lo 0-0 comincia a farsi più concreto. Ma il pareggio a reti bianche è evitato dallo stacco imperioso di Boyata che, al minuto 82, regala la terza vittoria di fila in quest’inizio di stagione contraddittorio del Celtic.

About Alfonso Alfano 1754 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.