Pirlo racconta la MLS: “Qua è tutto diverso, bello rivedere Kakà”

Vittoria per 5-3 contro l’Orlando City dell’ex compagno di squadra Kakà, i tre punti guadagnati dal New York portano la firma di Pirlo e soprattutto di David Villa che ha siglato una doppietta.

Pirlo si è ritrovato catapultato in una realtà tutta nuova, a partire da quella maglia azzurra che si porterà appresso fino al termine della carriera:
“Stavo abbastanza bene nonostante il caldo, la cosa più importante era ritrovare lo spirito giusto, la condizione e trovare la vittoria – ha spiegato l’ex bianconero -. In Italia lo spogliatoio è sacro, qui è tutto diverso. Ma imparerò presto”. “Bello rivedere Kakà, è contento della sua esperienza negli USA, ci incontreremo nuovamente. Non ci siamo scambiati la maglia, è la prima della MLS e la tengo…”.

“Già non essere in ritiro il giorno prima e arrivare al campo il giorno della partita è strano. Poi la musica in campo, tanta gente negli spogliatoi, giornalisti compresi…”,

L’ex juventino ha avuto un impatto fortissimo sulla MLS, un campionato che si sta arricchendo di stelle e soprattutto di vecchie glorie del calcio europeo. In attesa dell’approdo di Drogba ai Chicago Fire, il pubblico americano potrà ammirare la tecnica a centrocampo di Pirlo e Lampard

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.