Chinese Super League: botte da orbi a reti bianche fra Guoan e SIPG

Si è concluso il 20mo turno della Chinese Super League che ha visto di fronte le due squadre di vertice contendersi il primo posto, il Beijing Guoan e lo Shanghai SIPG hanno dato vita a un match entusiasmante conclusosi a reti bianche. Per quanto concerne le statistiche, in questo turno nessuna delle squadre che ha giocato in casa ha vinto, quattro pareggi e quattro vittorie in trasferta

Dopo la vittoria del Guangzhou nell’anticipo del venerdì, è stata la volta dello Shandong che conquista i tre punti sul campo del Guangzhou R&F con il risultato di 2-4. Partita rocambolesca che ha visto gli uomini di Cuca, come oramai è consuetudine, andare in svantaggio nei primi minuti con gol del centrocampista spagnolo Michel. Un copione che si ripete ogni turno, lo Shandong dopo una ventina di minuti inizia a macinare gioco e ribalta il risultato prima della fine del primo tempo con i gol di Qiang e Wang. La ripresa si apre nel migliore dei modi per gli ospiti con un contropiede da manuale, Alosio inventa e Diego Tardelli finalizza, il brasiliano è al suo terzo gol nelle ultime quattro partite. Il Guangzhou si si getta all’attacco producendo buone occasioni da gol, al 75′ il nigeriano Olanare guadagna un calcio di rigore che poi trasforma riaprendo la partita sul 2-3. Ma è ancora in ripartenza che lo Shandong colpisce con la corsa sulla fascia del terzino Zheng che serve con uno splendido cross l’inserimento in area di Hao che con un colpo di testa trafigge il portiere avversario siglando così il definitivo 2-4.

Seconda vittoria consecutiva anche per lo Shanghai Shenhua sul campo del Lifan per 0-2. I gol arrivano negli ultimi minuti, all’83’ con Cao Yunding e all’ultimissima azione con Demba Ba, autore di un’altra prova di pregevole fattura, mette il suo secondo sigillo in questa sua nuova avventura cinese.
La compagine di Shanghai con i nuovi acquisti ha ridato slancio alla propria classifica, quinto posto e 29 punti in classifica, ma la zona Champions dista ben dieci lunghezze.

Si riaccende anche la lotta alla salvezza, il Guizhou Renhe riesce nell’impresa di trionfare per 3-4 in casa del Tianjin Teda, un match scoppiettante che ha messo in mostra Santos, autore di una doppietta, un solo punto separa ora il Guizhou dal Liaoning

Lunedì di grande calcio in Cina che ha visto di fronte Beijing Guoan e Shanghai SIPG, lo scontro al vertice fra le due compagini sovvenzionate dal governo. I pechinesi reduci dalla sconfitta nell’ultimo turno hanno perso la testa della classifica in favore della compagine di Shanghai.
Manzano si affida ancora una volta alla coppia d’attacco composta da Batalla e Damjanovic, con Matic a fare da regista, un 4-2-3-1 basato prevalentemente sul possesso palla con lo scopo di allargare il gioco sulle fasce per gli inserimenti degli attaccanti Si schiera con un modulo speculare Erikson, tanto pressing e repentine verticalizzazioni per Conca e Wu Lei, questa volta l’allenatore svedese si affida a Asamoah Gyan a partire dal primo minuto. Ancora una volta escluso il giovanissimo Kouassi che probabilmente lascerà lo SIPG in prestito

Partita che si anima con un calcio di rigore al 12′ in favore degli ospiti, sulla conlusione di Wu Lei, il centrocampista Matic si frappone, la sfera impatta sul suo corpo per poi rimbalzare sulla mano. I giocatori in maglia verde protestano ma l’arbitro è irremovibile. Dal dischetto si presenta Davi che calcia sulla destra all’angolo basso, ma il portiere Yang non si fa sorprendere, indovina la traiettoria e salva il risultato.
Si combatte con ferocia su ogni pallone, al 15′ il terzino Zhang (Beijng) interrompe la ripartenza avversaria con un intervento in scivolata al limite del regolamento ai danni del centrale difensivo Yang, l’arbitro estrae il cartellino giallo e il gioco viene interrotto per permettere allo staff medico di intervenire in campo.
Nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra, nonostante qualche piccola sbavatura in fase di disimpegno, le difese sono impenetrabili, squadre compatte che si posizianano in fase di copertura interamente dietro la linea del centrocampo senza lasciare spazi per la manovra avversaria.
Al 33′ Asamoah Gyan sfiora il vantaggio, spalle alla porta l’attaccante ghanese riceve palla dalla destra da Wu Lei, data l’asfissiante marcatura Gyan si inventa un colpo di tacco che risulta essere troppo centrale, il portiere controlla la sfera senza problemi. Passano pochi secondi, Davi dopo un contrasto a metà campo conquista la sfera e vede l’inserimento in profondità di Wu Lei, l’attaccante a tu per tu col portiere calcia in porta ma Yang devia in angolo con un riflesso da applausi.
I padroni di casa si creano un’occasione su un calco di punizione battuto veloce, Matic vede lo scatto in profondità di Yu Dabao che serve un cross in area per Damjanovic completamente libero, l’attaccante montenegrino manca però di un soffio l’impatto con il pallone che attraversa tutta l’area di rigore.

La ripresa si apre con entrambe le squadre che giocano con meno vincoli difensivi, dopo soli cinque minuti ripartenza dello SIPG con Conca che serve sulla destra un isolato Wu Lei, ghiotto tentativo di cross dato il piazzamento in area di Gyan, ma l’attaccante viene fermato per fuorigioco, il replay evidenzia la posizione regolare.
Al 60′ l’arbitro non fischia un nitido rigore in favore dei padroni di casa, Yang frana addosso Dmjanovic, impedendo all’attaccante di ricevere il cross a pochi metri dalla porta, l’arbitro lascia correre ma è costretto a interrompere il gioco per le veementi proteste dei giocatori. Dopo alcuni minuti la partita riprende e Wu Lei si invola sulla fascia liberandosi della marcatura di Li Lei, arrivato sul fondo Wu serve l’inserimento di Yu Hai che spara alto sopra la traversa sprecando così un’ottima occasione.
Le squadre si allungano dando vita a un match entusiasmante, al 76′ vanno vicini a sbloccare il match con Zhang che mette un cross in area, il difensore Sun si frappone prolungando la traiettoria per Wenju Lu che tenta di segnare in scivolata, la sfera scheggia la traversa per poi spegnersi sul fondo.
E’ ancora il Guoan a rendersi pericoloso all’85’, dopo una prolungata serie di passaggi sulla trequarti Batalla giunge alla conclusione all’altezza del dischetto, un tiro basso e potente ma troppo centrale, Yan si abbassa e controlla.
La partita si chiude sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore del Guoan, il portiere avversario respinge centralmente il cross dalla bandierina, arriva in corsa sulla sfera Zhang Chiming, una conclusione violentissima che passa fra le molteplici maglie in area, serve un fulmineo riflesso di Yan per respingere la sfera a lato.
Il big match decreta dunque un pareggio a reti bianche, entrambe le squadre hanno dato spettacolo e il risultato non rende giustizia a quello che si è visto in campo. La star più attesa, Asamoah Gyan è stata spesso opaca e poco partecipe alla manovra di gioco, il SIPG ha messo in evidenza ancora una volta il talentuoso Wu Lei. La banda di Erikson mantiene la testa della classifica con un punto di vantaggio sul Guangzhou.

I risultati della 20ma giornata

Liaoning-Guangzhou 1-3

Tianjin Teda-Guizhou renhe 3-4

Guangzhou R&F-Shandong 2-4

Lifan-Shanghai Shenhua 0-2

Shanghai Shenxin-Shijiazhuang 0-0

Jiansgu Sainty-Yatai 1-1

Henan Construction-Hangzhou Greentown 0-0

Beijing Guoan-Shanghai SIPG 0-0

La Classifica

# Squadra PG V N P R P
1. Shanghai SIPG 20 12 6 2 43:22 42
2. Guangzhou 20 11 8 1 49:19 41
3. Shandong Luneng 20 12 4 4 45:28 40
4. Beijing Guoan 20 11 7 2 30:13 40
5. Shanghai Shenhua 20 8 5 7 28:29 29
6. Henan Construction 20 7 7 6 26:23 28
7. Shijiazhuang 19 5 11 3 20:18 26
8. Jiangsu Sainty 20 7 5 8 29:34 26
9. Changchun Yatai 19 6 6 7 28:28 24
10. Chongqing Lifan 20 6 5 9 26:37 23
11. Guangzhou R&F 20 5 6 9 26:29 21
12. Hangzhou Greentown 20 5 6 9 13:23 21
13. Tianjin Teda 20 5 5 10 25:34 20
14. Liaoning 20 4 7 9 22:37 19
15. Guizhou Renhe 20 4 6 10 23:32 18
16. Shanghai Shenxin 20 2 4 14 19:46 10
About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.