Europa League: West Ham all’ultimo respiro, Aberdeen a valanga. Male le polacche

Europa League West Ham

Ieri ci siamo divertiti con la Champions League, cinque gare ricche di sosprese, il menù del calcio continentale stasera è ancora più corposo. Tanti i match disputati oggi, iniziamo da quelle delle 20.00 (ore italiane) tra Lokomotiva Zagabria e Paok Salonicco. I greci, allenati dall’ex juventino Igor Tudor, si presentavano a questo appuntamento come favoriti ma al termine di un primo tempo da incubo si sono ritrovati sotto di due reti. Diagonale vincente di Kolar alla mezz’ora, la difesa del Paok è però troppo passiva sul filtrante comodo comodo di Begonja. Pochi secondi prima della sosta Andrijasevic traduce in gol un corner dalla destra. Tudor mette mano ai cambi nel secondo tempo, ottenendo allo scadere il gol che tiene vivo il discorso qualificazione. Lo realizza Mak. Al Paok basterà un golletto tra le mura amiche, missione alla portata.

Il Trabzonspor batte di misura il Differange, per piegare i lussemburghesi serve una bella punizione di Ekici prima dell’intervallo. Massima attenzione dunque in vista del ritorno. Il Linfield torna dalla trasferta in Slovenia con il sogno Europa League ancora vivo. Trnava avanti con il rigore trasformato da capitan Sabo, splendido pareggio di David Kee su punizione ma al 35esimo ci pensa Mikovic a ristabilire le distanze. I padroni di casa restano in dieci per il secondo giallo rimediato da Nikolic prima della sosta – partita maschia, per usare un eufemismo – i nordirlandesi però non riescono ad approfittarne. Lo Slovan Bratislava batte il Dublino soffrendo tantissimo. L’espulsione di Gorosito dopo ventinove minuti complica i piani dei padroni di casa, che devono attendere l’84esimo per la zampata vincente con un pizzico di fortuna.

Vince uno a zero pure il Cukaricki sul Gabala, basta un rigore di Stojljkovic per freddare i bollenti spiriti degli avversari, sorprende la sconfitta casalinga del Ferencvaros, squadra ungherese di grande tradizione. Beganovic allo scadere regalòa il successo al Zeljeznicar. Pareggi a reti bianche per le polacche Jagiellonia e Slask, quest’ultima ha affrontato gli svedesi del Goteborg. Vita facile per il Vojvodina, che divora in un boccone lo Spartakas. Serata di Europa League amara per l’Inverness, sconfitto a domicilio dall’Astra. Gli uomini di uomini di John Hughes partono male in Europa, si è vista la mancanza di esperienza a questi livelli. La punizione di Costandin Budescu al minuto 24 è abbastanza per regalare il successo ai rumeni.

Arriviamo ora al West Ham, stella di questo secondo turno preliminare di Europa League. Una stella che vuole restare nel firmamento continentale ma non scintilla. Esordio difficile ad Upton Park per Slaven Bilic, timoniere dei Martelli dopo la partenza di Sam Allardyce. Il Birkikara, terza forza dello scorso campionato maltese, rende la vita difficile agli inglesi. Haber, portiere ospite, si disimpegna in grande stile e quando non c’è lui arrivano i legni a fermare gli Hammers, Maiga ne sa qualcosa. Al novantesimo, proprio quando le speranze inglesi erano ridotte al lumicino, sul corner battuto da Zarate spunta Tomkins per il gol partita. Il West Ham ha avuto occasioni nel corso della gara ma dovrà certamente fare di più se vuole farsi rispettare in Europa League.

Vince il Legia, stravince l’Aberdeen in Croazia. Prestazione da urlo per i Dons, saranno felici i 300 tifosi giunti per sostenere i ragazzi di Derek McInnes. Gli scozzesi si dimostrano cinici e maturi nell’arte del contropiede, vincente la mossa a sorpresa: Goodwillie in campo al posto del bomber Adam Rooney. Difesa ben coperta con l’inserimento di Paul Quinn. Il colpo di testa da parte di Considine apre le danze, nella ripresa Pawlett trasforma in rete lo splendido traversone di Shay Logan (da segnalare comunque una sospetta posizione di offside). I Dons giocano alla perfezione. A un quarto d’ora dal termine c’è gloria anche per McLean, arrivato fresco fresco dal St Mirren, sei minuti dopo l’ingresso in campo giunge il suo primo gol con la maglia dell’Aberdeen. Un successone.

Europa League, secondo turno preliminare (andata)

Lokomotiva Zagabria-Paok Salonicco 2-1
Trabzonspor-Differange 1-0
Trnava-Linfield 1-0
Slovan Bratislava-Dublino 1-0
Cukaricki-Gabala 1-0
Ferencvaros-Zeljeznicar 0-1
Jagellonia-Omonia Nicosia 0-0
Slask Wroclaw-Goteborg 0-0
Vojvodina-Spartakas 3-0
Inverness-Astra 0-1
West Ham-Birkirkara 1-0
Legia-Botosani 1-0
Rijeka-Aberdeen 0-3
Shamrock Rovers-Odd 0-2
Hafnarfjordur-Inter Baku 1-2
KR Reykjavik-Rosenborg 0-1

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.