Europa League: Apollon e Charleroi sul velluto, pareggia il Thun di Sforza

Un'immagine da Beroe-Brondby (www.uefa.com)

Regna l’equilibrio nelle partite che hanno avuto inizio tra le 19:00 e le 19:45 valevoli per l’andata del secondo turno preliminare di Europa League.

A parte le nette vittorie dei ciprioti dell’Apollon (4-0 ai debuttanti lituani del Trakai, allenati dall’ex punta del Porto Jankauskas, che tengono discretamente il campo nel primo tempo ma cedono di schianto nella ripresa) e dei belgi dello Charleroi (5-1 in casa agli israeliani del Beitar che nel primo tempo recuperano l’iniziale vantaggio belga rimanendo però in dieci per un rosso diretto al giovane terzino Dasa; nella ripresa Beitar asfaltato dai bianconeri che passano subito col congolese Kebano) tutti gli altri match lasciano in dubbio la qualificazione. Solo tre le vittorie esterne (colpi sempre importanti anche a questi livelli) ma che non ipotecano nulla: ci riescono i montenegrini del Mladost corsari sul campo degli albanesi del Kukesi (gol vittoria del difensore Lakic di testa da corner, sull’unico tiro in porta subito dagli albanesi che sprecano diverse occasioni soprattutto col gigante croato Peijc), i danesi del Brondby che sfiorano più volte il vantaggio sul campo dei bulgari del Beroe (palo di Pukki) ma che trovano solo nel finale con una schiacciata di testa del vecchio centrale Albrechtsen, e i norvegesi del Stromsgodset che si vendicano dell’eliminazione di due anni fa per mano dei cechi del Jablonec battendo i connazionali del Mlada Boleslav (assente il neoacquisto Milan Baros) con un gol, anche qui nel finale, dell’under21 danese Jradi.

Bene, ma non benissimo, le altre due scandinave in gioco: sul sintetico della “Friends Arena” (sede della finale di Europa League del 2017) l’Aik mette sotto i modesti armeni del Shirak, Bangura spreca un rigore (il suo mezzo cucchiaio è parato dal portierino russo Ermakov) e deve rimediare l’ex Udinese Goitom che segna una doppietta, un gol con un tocco sottoporta su cross preciso di Ishizaki (meteora genoana e appena tornato in Svezia dopo due anni a Los Angeles) e l’altro su rigore. Anche dal Copenhagen ci si aspettava una goleada contro i gallesi del Newtown (il club più antico di questa edizione) che invece escono a testa alta dal Telia Park e, nonostante subiscano dopo tre minuti il gol dello sloveno Verbic subiscono solo un altro gol nel finale anche grazie agli interventi provvidenziali del portiere Jones.

Convincono di più il Koper di Rodolfo Vanoli (primo tempo pirotecnico contro l’Hajduk, gli sloveni subiscono un gol ma ne segnano tre gol col centrale Halilovic e doppietta del bosniaco Rahmanovic rovinando solo in parte l’opera subendo un altro gol al 90°) e il Vaduz, dove brilla il capitano tedesco Neumayr autore dell’assist per il primo gol di Ciccone, contro gli estoni del Kalju, di due gol e anche di una traversa a tempo scaduto. Pareggiano 1-1 rimandando ogni discorso al ritorno anche gli svizzeri del nuovo Thun allenato da Ciriaco Sforza (impattano con gli israeliani dell’Hapoel Beer Sheva subendo molto, e un gol, prima di recuperare solo nel finale grazie al neozelandese Rojas che si guadagna un rigore firmato da Frontino) e i bulgari del Cherno More che a Razgrad (casa del Ludogorets) vanno in vantaggio in avvio con un’irruzione in area dell’esterno martinicano Coureur facendosi raggiungere nella ripresa dai bielorussi della Dinamo Minsk (l’anno scorso approdati ai gironi) con un colpo di testa del difensore Politevitch.

AIK (Sve) – SHIRAK (Arm) 2-0 (29′ 83′ rig. Goitom)

MLADA BOLESLAV (Cec) – STROMSGODSET (Nor) 1-2 (39′ Bartl; 44′ Sorum, 85′ Jradi)

KOPER (Slo) – HAJDUK SPALATO (Cro) 3-2 (7′ Halilovic, 17′ 41′ Rahmanovic; 29′ Milovic, 90′ Nizic)

BEROE (Bul) – BRONDBY (Dan) 0-1 (85′ Albrechtsen)

HAPOEL BEER SHEVA (Isr) – THUN (Svi) 1-1 (26′ Hoban; 87′ Frontino)

CHERNO MORE (Bul) – DINAMO MINSK (Bie) 1-1 (11′ Coureur; 72′ Politevitch)

APOLLON LIMASSOL (Cip) – TRAKAI (Lit) 4-0 (20′ 64′ rig. Kolokoudias, 52′ Stojanovic, 87′ Farley)

KUKESI (Alb) – MLADOST PODGORICA (Mnt) 0-1 (52′ Lakic)

CHARLEROI (Bel) – BEITAR GERUSALEMME (Isr) 5-1 (10′ 68′ Pollet, 47′ 93′ Kebano, 88′ Stevance; 35′ Gabay)

COPENHAGEN (Dan) – NEWTOWN (Gal) 2-0 (3′ Verbic, 74′ Kusk)

VADUZ (Lie) – KALJU (Est) 3-1 (20′ Ciccone, 53′ 92′ Neumayer; 86′ Wakui)

About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.