Il punto sul mercato amarillo di Fernando Roig

fernando roig

Nel corso della presentazione della campagna di abbonamenti 2015/16, il presidente del Villarreal Fernando Roig ha rilasciato un insolito numero di dichiarazioni sul calciomercato amarillo che confermano molti dei rumour apparsi negli ultimi giorni sui quotidiani valenziani. Abbiamo perciò deciso di riassumere in poche righe i punti salienti di queste affermazioni, anche per poter dare una forma a quelle che potrebbero essere le prossime operazioni del Sottomarino giallo.

1) Innanzitutto è stato ufficializzato il bilancio in sessanta milioni di euro, praticamente gli stessi della stagione scorsa, che non vanno ricondotti ai soldi disponibili per la campagna acquisti bensì vanno considerati come previsione di fatturato, da cui andranno detratte tutte le voci di spesa della prossima stagione: acquisti, ingaggi, investimenti e quant’altro.

2) Durante questo fine-settimana Massimo Bruno, centrocampista del Leipzig, è stato nella Ciudad Deportiva di Vila-real per “conoscere il club da vicino”, ed è in atto una trattativa con il club tedesco per avere il calciatore in prestito per un anno (probabilmente senza diritto di riscatto).

3) Vietto è stato praticamente già ceduto all’Atlético Madrid per una cifra molto vicina ai venti milioni di euro, e non appena verrà ufficializzato (molto probabilmente con l’apertura del mercato a luglio) si renderà pubblico anche l’acquisto di Leo Baptistão con la formula del prestito ma con diritto di riscatto.

4) Javier Aquino è stato venduto al Tigres varie settimane fa, ma a causa della partecipazione del giocatore alla Copa América – da cui la nazionale messicana è stata appena eliminata – l’operazione era stata congelata. Solamente nella giornata di oggi il calciatore si è recato in Messico per concludere l’accordo.

 

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.