Brasileirão: Che Coritiba….Galhardo, Timão di misura [VIDEO]

Brasileirão

FELIPAO ANCORA ALL’ASCIUTTO – Pesa il fattore campo, nei tre anticipi del Brasileirão: le squadre ospitanti, infatti, hanno vinto e lasciato a secco quelle ospiti, che non hanno messo a segno alcun goal. Il risultato maggiormente sorprendente arriva da Curitiba, dove il Caxo regola la pratica Tricolor Gaucho con un 2-0 abbastanza bugiardo, vista la mole di occasioni da goal create dalla squadra di Felipao Scolari. Ma tant’è. Nel calcio vince chi segna. E il Coritiba, ieri sera, di reti ne ha messe a segno due, una – a dire il vero – generosamente concessa da Erazo, che calcia inspiegabilmente verso la propria porta e si rende protagonista di un autogol tragicomico. Ad aprire le danze, però, ci aveva pensato Thiago Galhardo, autore di un piatto destro volante che non dà scampo a Marcelo Grohe. Il vero protagonista del match, però, è stato senz’ombra di dubbio Bruno, estremo difensore del Coritiba, protagonista di almeno quattro interventi strappa applausi. Per il Gremio, appuntamento rimandato con la prima vittoria in campionato, che i tifosi si augurano possa avvenire sabato prossimo nel match interno contro il Figuereinse.

BRUNO HENRIQUE TRASCIANA IL GOIAS – Resta imbattuto, invece, il Goias, che supera l’Atletico Paranaense e, in attesa dei match in programma oggi, si issa al secondo posto solitario in classifica. La squadra di Helio dos Anjos ha confermato quanto mostrato, al debutto, sul campo della nobile neo-promossa Vasco, dove strappò uno 0-0 esibendo un’ottima organizzazione difensiva. Il mattatore del match è stato Bruno Henrique, autore di entrambi i goal messi a segno dal Verdao:  in occasione della prima rete, è bravissimo ad effettuare una torsione di testa al limite dell’area piccola che beffa sul primo palo Weverton, mentre nella seconda – sempre imbeccato da un Felipe Menezes particolarmente ispirato – finalizza una rapida transizione in ripartenza. Decisamente sottotono Walter, l’uomo più atteso del match nonché indimenticato bomber del Goias, con cui conquistò una promozione e una salvezza in Serie A a suon di reti (29 in due anni).

TIMAO DOMINANTE E FORTUNATO – Dopo la bruciante eliminazione patita agli ottavi di finale di Libertadores per mano dei paraguaiani del Guaranì, il Corinthias ritrova il sorriso nel Brasileirão, batte il Chapecoense e resta a punteggio pieno dopo due giornate. Vittoria meritata per la squadra di Tite, a cui va stretto l’1-0 finale. Troppe, infatti, le palle-gol non concretizzate dal Timao, bloccato dalla bravura dall’estremo difensore ospite, Danilo, e da un Guerrero poco preciso in fase di finalizzazione. Eppure, per avere ragione della squadra di Vinicius Eutropio ci è voluto un “gollonzo” di Mendoza, che devia accidentalmente una potente conclusione di Fabio Santos e spiazza l’incolpevole Danilo. A venti dal termine, da segnalare l’ingresso in campo di Emerson Sheik, che non ha ancora rinnovato il contratto col Timao, nonostante manchino solo due mesi alla scadenza.

CORINTHIANS-CHAPECOENSE 1-0 (Mendoza 28′)

CORITIBA-GREMIO 2-0 (Thiago Galardo 27′, Aut.Erazo 34′)

GOIAS-ATLETICO PARANAENSE 2-0 (Bruno Henrique 55′ e 81′)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.