Premier League: Mané da record, incubo Newcastle. Si salvano Leicester e Aston Villa

mané southampton premier league

Europa League e salvezza in palio nel pomeriggio di Premier League: tutto rimane piuttosto aperto, gli ultimi 90 minuti decideranno soprattutto chi accompagnerà Qpr e Burnley in Championship. Inutile sottolineare che il principale sospettato è l’Hull City di Steve Bruce: i tigers incassano a White Hart Lane la terza sconfitta di fila e restano a quota 34, terzultimi. Il Tottenham vince 2-0, con le reti nella ripresa di Chadli, con assist di Lamela e disattenzione fatale di Chester, e soprattutto Rose che al volo, su suggerimento di Mason, beffa Harper. La situazione dell’Hull City è difficile ma non irrimediabile: restano infatti altre due squadre invischiate nella lotta per non retrocedere, Newcastle (36) e Sunderland (37), entrambe con differenze reti enormemente peggiori. I ragazzi di Bruce, insomma, per prima cosa dovranno battere il Manchester United, in casa, nell’ultima giornata (molto dipenderà se i red devils saranno ancora in corsa per il terzo posto) e poi sperare negli altri risultati.

In caso di vittoria dell’Hull, Newcastle e Sunderland rischiano davvero grosso. I magpies, in particolare, non accennano a rialzare la testa: anche a Loftus Road, sul campo del Qpr già retrocesso, è arrivata una sconfitta, la nona nelle ultime dieci partite di Premier League. Un ruolino orribile quello di Carver, a cui non è bastato nemmeno il vantaggio iniziale siglato da Riviere, al primo gol in campionato dopo più di 1000 minuti passati in campo. Dopo lo 0-2 sfiorato da Coloccini, il crollo nella ripresa: Phillips e Leroy Fer ribaltano nel primo quarto d’ora, la reazione nel finale che trova il suo apice nelle occasioni sprecate da Ameobi e Papis Cissé non genera il gol del pari. Drammatica l’ultima partita a St. James’ Park, dove domenica sarà di scena il West Ham di Sam Allardyce.

I riflettori in Premier League erano poi puntati su un’altra emozionante sfida salvezza, Sunderland-Leicester. E’ finita con uno scialbo 0-0, ma il punto sancisce la salvezza aritmetica dei ragazzi di Pearson, protagonisti di una seconda parte di stagione memorabile. Restano invece in bilico i black cats, a +3 sull’Hull City. Il Sunderland deve recuperare una partita, all’Emirates contro l’Arsenal e domenica farà visita ai campioni d’Inghilterra, il Chelsea. Servirà un punto, non sarà semplice l’impresa per i ragazzi di Advocaat.

Oltre al Leicester, oggi si è salvato anche l’Aston Villa. Non un gran modo per festeggiare considerato il clamoroso 6-1 subito a Southampton. E’ stata la grande giornata di Mané: il senegalese entra nella storia della Premier League, realizzando la tripletta più veloce di sempre. 2 minuti e 56 secondi per affossare i villans, tra il 13′ e il 16′: battuto il record di Robbie Fowler, che resisteva da 21 anni, per 90 secondi. Regali comunque clamorosi della difesa ospite (Vlaar inguardabile in occasione del raddoppio), ma gran merito per la punta esterna che arriva a quota 10 in campionato e si conferma come una delle sorprese più piacevoli della stagione. Il disastro dell’Aston Villa si completa già prima dell’intervallo: Long (splendido il secondo gol, conclusione da 35 metri) sigla una doppietta prima del gol della bandiera, di testa, firmato Benteke. Nella ripresa, il 12esimo gol stagionale di Pellé (deviazione volante sotto porta, assist ovviamente dello scatenato Mané) sigilla il 6-1 finale.

I saints restano però settimi, considerata la vittoria del Tottenham, posizione che potrebbe bastare per l’ingresso in Europa League se l’Arsenal dovesse battere in finale di Fa Cup proprio l’Aston Villa. Il distacco dagli spurs resta di una lunghezza, domenica si chiude con Manchester City-Southampton e Everton-Tottenham.

In Europa League, come molti sapranno, andrà anche un’altra squadra inglese. Merito dell’Uefa Fair Play Ranking, che ha premiato la Premier League assieme all’Irlanda e all’Olanda. Curioso che oggi si siano scontrate le due squadre che si contendono il posto: West Ham e Everton. A guidare il ranking “interno” per la verità è il Liverpool, ma i reds hanno già la sicurezza di essere in Europa, cedendo così il posto alla seconda. Oggi, ad Upton Park, Osman e Lukaku (in pieno recupero) hanno ribaltato il vantaggio iniziale siglato da Downing. Bel colpo esterno, ma il West Ham festeggia per aver subito meno ammonizioni, cosa che rafforza il secondo posto nella speciale classifica del fair play. Ha chiuso il programma pomeridiano lo 0-0 tra Burnley e Stoke City.

VIDEO GOL SOUTHAMPTON-ASTON VILLA 6-1 (13′, 14′ e 16′ Mané, 26′ e 38′ Long, 48’pt Benteke, 81′ Pellé)
VIDEO GOL WEST HAM-EVERTON 1-2 (62’Downing, 68′ Osman, 93′ Lukaku)
VIDEO GOL TOTTENHAM-HULL CITY 2-0 (54′ Chadli, 61′ Rose)

VIDEO GOL QPR-NEWCASTLE 2-1 (24′ Riviere, 54′ Phillips, 61′ Fer)

VIDEO SUNDERLAND-LEICESTER 0-0

VIDEO BURNLEY-STOKE CITY 0-0

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1746 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.