Crystal Palace-Manchester United 1-2: De Gea para tutto, Speroni regala e Fellaini ringrazia

Crystal Palace-Manchester United 1-2 video gol highlights

Soffre ma vince: il Manchester United torna da Selhust Park con tre punti in saccoccia e la qualificazione alla prossima Champions League (almeno i preliminari) quasi assicurata. Col 2-1 rifilato al Crystal Palace, i red devils si portano momentaneamente a +7 sul Liverpool, impegnato domani pomeriggio a Stamford Bridge col Chelsea. Insomma, basterà una vittoria contro Arsenal o Hull City ma non è comunque detto che i reds facciano bottino pieno.

Reduce da tre sconfitte di fila, il Manchester United ha affrontato con più di un patema il match contro i ragazzi di Pardew, salvi da un pezzo e protagonisti di uno strepitoso girone di ritorno. Palese poi la “dipendenza” da Carrick, metronomo in mezzo al campo, leader e – purtroppo per Van Gaal – perennemente in infermeria. Al posto dell’ex Tottenham è stato così schierato Blind e l’olandese non ha demeritato. Gli infortuni hanno caratterizzato tutta la stagione dello United, la gara di oggi è stato un perfetto sunto: prima Shaw al quarto d’ora ha lasciato il posto a Evans, poi nell’intervallo ha dato forfait anche Rooney, sostituito da Van Gaal.

In mezzo il vantaggio su rigore (troppo fiscale l’arbitro sul fallo di mani di Dann su cross di Young) firmato da Mata, e un primo tempo godibilissimo coi padroni di casa protagonisti di una bella reazione. Il pareggio, giusto, arriva a inizio ripresa: Puncheon, entrato al posto di Ledley, beffa De Gea con un mancino su punizione (dalla sinistra) e con l’aiuto della deviazione decisiva di Blind. E’ il momento più difficile della seconda parte di stagione dello United, Zaha fa faville, De Gea si conferma come il miglior portiere della Premier di quest’anno compiendo due prodigi su Murray e proprio Zaha. La differenza in questo caso è proprio nei portieri: mentre lo spagnolo para di tutto, Speroni regala partita e Champions al Manchester United. Completamente fuori tempo l’uscita dell’argentino su cross di Young, tra i migliori in campo, Fellaini deve solo appoggiare di testa nella porta sguarnita. E’ il gol della vittoria e del sollievo: lo United 2014-15 merita di gran lunga un posto tra le prime quattro.

About Alfonso Alfano 1751 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.