Valencia-Granada 4-0: una paella di gol!

Valencia Granada

VALENCIA-GRANADA 4-0 – La 33esima giornata di Liga si chiude con ValenciaGranada, praticamente un incrocio testa-coda con i padroni di casa in lotta per la Champions e gli ospiti in cerca di una flebile speranza per restare nella massima categoria. Troppa la differenza tra le due squadra, inutile spendere troppe parole al riguardo, la squadra di Nuno Espirito Santo mette in cascina tre punti che valgono il quarto posto in solitaria, il miglior modo per rispondere alla vittoria del Siviglia di due giorni fa. Sarà comunque duello fino alla fine visto che i biancorossi sono tosti, c’è però da considerare l’impegno di Europa League che vedrà i ragazzi di Unai Emery fronteggiare la Fiorentina.

Veniamo ora al posticipo di stasera, primo quarto d’ora accesso dai duelli tra Success e Otamendi, poi la gara si incammina sui binari che era facile prevedere. Il Valencia, con tutta calma, prende controllo delle operazioni e inizia a mettere alla prova la difesa avversaria. Il gol arriva a metà primo tempo, lo realizza Javi Fuego. Continua la pressione, a cinque minuti dalla sosta il Granada crolla, anche se chi va a terra è Antonio Barragan. Fallo di Diego Muniz in area, rigore netto che Dani Parejo si incarica di trasformare. Il capitano, reduce dall’errore contro il Barcellona, batte Roberto e il primo tempo si chiude due a zero.

Il risultato non sarebbe neppure così pesante, ma la gara del Granada non è durata neppure venti minuti. Per gli ospiti non ci sono particolari occasioni da segnalare e Nuno si permette il lusso di far rifiatare alcuni uomini in vista dell’impeggno infrasettimanale contro il Rayo al Vallecas. Valencia-Granada scorre pigra verso il triplice fischio, i padroni di casa negli ultimi cinque minuti ne piazzano altri due, Feghouli e Negredo confezionano il poker (clicca QUI per gli highlights). Il Valencia continua la corsa verso l’Europa che conta, per il Granada invece è tempo dei saluti. La squadra del patron Pozzo, tornata nel massimo campionato nel 2011 – dopo 35 anni di assenza – pensa già alla serie cadetta.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.