Newcastle-Tottenham 1-3: gli Spurs ringraziano Krul e puntano l’Europa

Newcastle Tottenham

NEWCASTLE-TOTTENHAM 1-3 – Atmosfera strana al St James’ Park. Parte della tifoseria bianconera ha boicottato la gara come gesto di protesta nei confronti della società, poco ambiziosa secondo il loro parere, la classifica non è certo scintillante. I Magpies si ritrovano a 29 punti, una lunghezza sopra Hull e Leicester, due punti di vantaggio su Qpr e Burnley, coppia all’ultimo posto. Situazione preoccupante, una piazza calda come questa ha bisogno del supporto del proprio popolo ma il clima è teso e chi ne guadagna è il Tottenham. Tre punti che rilanciano le ambizioni europee degli Spurs, attualmente in sesta posizione. Abbiamo detto degli assenti, i presenti certamente non si sono divertiti molto. Quelli di fede bianconera almeno. Il Tottenham ha vinto e l’ha fatto con merito, troppo forte la squadra di Pochettino per i Magpies. Collocini torna dalla squalifica e gli tocca subito darsi da fare per contenere Kane in avvio.

Primo tentativo vero del match per Ayoze Perez, poi il Tottenham inizia a macinare gioco. Nei primi minuti gli Spurs non sono riusciti a tramutare il possesso in chiare occasioni da gol, al minuto 29 ci si mette Krul a stendere il tappeto rosso di fronte a Chadli, la sua conclusione dalla distanza non è irresistibile ma gonfia la rete. I Magpies hanno poche idee in avanti, Carver nella ripresa mette dentro Ameobi e Obertan per cambiare le cose e i frutti si vedono perché bastano pochi secondi per pareggiare i conti. Insistente e caparbio Perez, palla a Janmaat, murato, la sfera arriva poi a Colback che non sbaglia. Non inganni il momentaneo pareggio perché, esclusi i cinque minuti iniziali del secondo tempo, c’è una squadra che fa la partita e quella squadra si chiama Tottenham. Un dato spiega la situazione del Newcastle, questo è solo il secondo gol nelle ultime sei uscite, poca roba.

La giornataccia di Krul prosegue, neppure la punizione di Eriksen al 53esimo sembra irresistibile ma anche in questo caso l’olandese fa la figura di retino bucato. Ormai la gara è avviata su un binario ben definito, il Tottenham è in controllo mentre i Magpies non sembrano vedere l’ora che lo strazio finisca. Bentaleb, di testa, sfiora il terzo su cross di Chadli, la gara è già finita da un pezzo ma non vi siete accorti che manca qualcosa. Il nome di Harry Kane non può mancare sul tabellino e l’attaccante inglese allo scadere sfrutta l’ennesima indecisione di Krul e piazza nel sacco il trentesimo gol personale. Giornata da dimenticare per il Newcastle, non si salva nessuno, il Tottenham invece ha disputato un incontro di alto livello e Pochettino ha ricevuto ottimi segnali. Grandiosi Paulinho e Bentaleb in mezzo, centrocampo ai loro piedi, il resto lo hanno fatto Chadli, Eriksen e il solito Kane. Con la preziosa collaborazione di Tim Krul. Gli attaccanti del Tottenham dovrebbero offrirgli una birra.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.