Porto-Bayern Monaco 3-1: i Dragoni esultano, ma che errori nella difesa tedesca!

Porto-Bayern Monaco 3-1

PORTO-BAYERN MONACO 3-1. Clamoroso flop del Bayern Monaco nell’andata dei quarti di finale di Champions League in terra portoghese: all’Estádio do Dragão il Porto vince per 3-1 e fa la vole grossa in chiave qualificazione alle semifinali, grazie alla doppietta di Quaresma e ai gol di Martinez e Alcantara, ma soprattutto grazie ai tre errori difensivi quasi da dilettanti che hanno spianato la strada alla squadra di Lopetegui, che ora dovrà stringere i denti all’Allianz Arena nel ritorno in programma martedì prossimo, 21 aprile, alle 20:45.

Dragoni contro bavaresi, Porto contro Bayern Monaco: sul piatto ci sono ben 7 Coppe dei Campioni e in totale 18 trofei internazionali. Da una parte i padroni di casa guidati in panchina da Julen Lopetegui, secondi in Primeira Liga dietro all’eterno rivale, il Benfica, trascinati dal colombiano Jackson Martinez, vero cecchino in campionato con 17 gol all’attivo, dall’altra gli ospiti di Pep Guardiola, semifinalisti lo scorso anno in Champions League che hanno saldamente in mano la Bundesliga, privi in questa sfida del loro miglior marcatore in campionato, l’olandese Robben.

FORMAZIONI – Alaba, Benatia, Javi Martinez, Ribery, Robben, Schweinsteiger e Starke: questi gli assenti, anche illustri, tra le fila dei tedeschi, con Guardiola che ha disegnato il suo Bayern con il tridente offensivo formato da Muller, Lewandowski e Gotze. Recuperato in extremis il bomber Jackson Martinez, che aveva invece saltato le ultime sfide di campionato per una lesione muscolare al polpaccio, Lopetegui si affida, per l’attacco, oltre allo stesso Martinez, a Brahimi e all’ex interista Quaresma.

PRIMO TEMPO – Pronti, via e il Porto è già in vantaggio: dopo appena 1’ e mezzo di gioco, un clamoroso errore difensivo di Alonso lancia verso la porta ospite Jackson Martinez, steso da Neuer: l’arbitro Velasco Carballo indica il penalty e ammonisce il portiere campione del mondo in carica (giustamente in quanto il colombiano andava verso l’esterno e non verso la porta, in quest’ultimo caso sarebbe stata espulsione): dal dischetto si presenta Ricardo Quaresma, che non sbaglia e porta avanti i Dragoni. Il Bayern va vicinissimo al pari con un colpo di testa di Lewandowski che finisce di poco alto dopo un suggerimento di Muller sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma al 10’ Dante si addormenta e regala invece il raddoppio, con ancora Ricardo Quaresma che ruba palla al difensore brasiliano e fulmina per la seconda volta Neuer per il 2-0. I bavaresi acquistano metri e riducono le distanze al 28’: Boateng dalla destra mette al centro un traversone basso per Thiago Alcantara, che supera Fabiano con un destro dal limite dell’area di porta. Appena sette minuti più tardi è il Porto a sfiorare il terzo gol, con la conclusione di Sandro che sbatte sul palo dopo la strepitosa deviazione di Neuer, che evita la rete.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Guardiola richiama in panchina Gotze per mandare in campo Rode e dopo nemmeno un minuto Neuer para con un eccezionale colpo di reni un tiro velenoso di Herrera che era diretto sotto la traversa della porta del Bayern. Al 65’ i tedeschi vengono puniti per la terza volta: visti gli errori dei compagni di squadra, Boateng non vuole essere da meno e liscia un lancio da centrocampo di Sandro, sul quale si avventa Jackson Martinez, che aggira Neuer in uscita e, seppur da posizione defilata, insacca il 3-1. Il neo entrato Rode ci prova con una cannonata dal limite dell’area, ma Fabiano è reattivo e sventa la minaccia incombente. Badstuber rileva Alonso tra i bavaresi, mentre nei portoghesi Torres e Quaresma fanno spazio a Neves e Evandro. Dopo 3’ di recupero, il match dell’Estádio do Dragão finisce sul 3-1 per il Porto.

Porto-Bayern Monaco 3-1: 3′ (rig) e 10′ Quaresma, 28′ Thiago Alcantara, 65′ Jackson Martinez

About Federico Papi 160 Articoli
Giornalista di Tutto Calcio Estero e Calcio Olandese Blog, nonché fedele tifoso del Parma, da 7 anni abbonato al Tardini. Amante dell'Eredivisie e del PSV all'ennesimo livello e studente di Economia a Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.