Malaga-Atletico Madrid 2-2: Griezmann salva i Colchoneros

Malaga Atletico Madrid

MALAGA-ATLETICO MADRID 2-2 – L’Atletico Madrid ha abbandonato da tempo velleità scudetto, l’obiettivo è quello di proteggere il terzo posto dall’assalto di Valencia e Siviglia, intanto però i cugini si allontanano. I Blancos hanno battuto l’Eibar senza problemi, i Colchoneros invece hanno fatto tanta fatica a Malaga. Un solo punto, ma poteva andare molto peggio per quanto si è visto oggi. A salvare Simeone è stato il solito Griezmann, una doppietta che non fa più notizia. Avvio narcotico, ci pensano Kameni e Griezmann a svegliare la Rosaleda dopo venti minuti di nulla. Il portiere perde il pallone su un’uscita semplice, il francese è lì e non perdona. Il Malaga ingoia il boccone amaro e si rimette in modo. Sfortunato Torres nel deviare alle spalle di Oblak il corner calciato da Recio. Uno a uno, risultato che giunge invariato fino alla sosta.

Meglio il Malaga, in evidenza Amrabat che semina il panico sulla corsia destra. Se non è un arrembaggio poco ci manca, a venti dallo scadere Samuel riceve il suggerimento di Amrabat e beffa il portiere avversario con un tocchetto morbido. E’ un brutto Atletico Matrid, una prestazione con poche note liete e il risultato sta addirittura stretto ai padroni di casa. Raul Jimenez, entrato in corso d’opera, serve Griezmann che – in posizione dubbia – raccoglie e piazza in rete con il mancino. Rete numero 18 per il francese, migliore in campo insieme ad Amrabat. L’Atletico Madrid incassa questo punto, non c’è da lamentarsi.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.