Liga: Un super Barral lancia il Levante. Pari tra Malaga e Real Sociedad

Almeria – Levante 1-4

Uno scontro salvezza che prima del match prometteva scintille. In effetti le scintille ci sono state ma solo da parte degli ospiti che hanno asfaltato, con una super prestazione di Barral, i padroni di casa dell’Almeria. Il Levante passa in vantaggio al 17′ quando un’ottima azione di contropiede permette  Ivanschitz di ritrovarsi solo e avere il tempo di mettere il pallone al centro per Barral che da due passi firma il vantaggio. La risposta dell’Almeria arriva immediata. Hemed prova dalla distanza a sorprendere Marino che è strepitoso prima nel rispengere il tiro dell’israeliano e poi nel ribattere la conclusione a botta sicura di Bifouma. Al 32′ un bellissimo pallone di Morales trova in area Casadesus che di testa non sbaglia e sigla il gol del raddoppio. L’Almeria cerca di riaprire la gara prima dell’intervallo con Trujillo ma il suo stacco di testa dal corner sibila il palo. Nella ripresa ancora un bellissimo pallone di Morales trova il solissimo Ivanschitz in area che da pochi passi calcia male ma sbagliando permette a Barral a porta vuota di mettere in rete. Passano pochi minuti e l’Almeria rimane addirittura in dieci uomini a causa del doppio giallo rifilato a Dubarbier. I padroni di casa sono in ginocchio ma cercano di rialzarsi al 70′ quando Hemed, da un rigore conquistato da Bifouma, mette a segno il gol dell’uno a tre. Al Levante basta però rialzare un po’ il ritmo per trovare il gol del definitivo uno a quattro. Lo firma il solito Barral che viene servito da Casadesus e dal centro dell’area non lascia scampo a Julian. Gli ospiti escono momentaneamente dalla zona retrocessione e ci lasciano invece i loro sfidanti. La strada per la salvezza però è ancora lunga.

Malaga – Real Sociedad 1-1

Il Malaga ricerca una vittoria per avvicinare sempre più il Villareal sesto in classifica e detentore in questo momento dell’ultima posizione disponibile per entrare in Europa. Per far ciò i padroni di casa devono vedersela però contro un Real Sociedad rigenerato dalla cura Moyes e che a dieci giornate dal termine può ritenersi salvo. Il Malaga parte forte e si vede annullare due reti, giustamente, tra il 16′ e il 18′, prima con Juanmi, pescato in fuorigioco, e poi per un presunto fallo di Amrabat. Il Real risponde con un’ottima giocata di Granero che all’interno dell’area si libera di due avversari e spara verso la porta avversaria, ma il suo tentativo è fermato da un difensore avversario. Al 27′ un cross sugli sviluppi di un corner trova la testa di Garcia Samuel che schiaccia bene di testa ma trova un ottimo Rulli a dirgli di no. L’Erreala ci prova allora dalla distanza con Canales ma la sua conclusione viene deviata in angolo da Kameni. L’ultima azione prima dell’intervallo è sempre degli ospiti. Ancora una volta Kameni è autore di un intervento prodigioso ai danni di Agirretxe, che alla prima palla buona va vicino al gol del vantaggio. Nella ripresa il Malaga prende in mano la partita e schiaccia il Real Sociedad nella sua trequarti. Il pressing dei padroni di casa porta i suoi frutti quando al 55′ Castillejo da calcio piazzato trova la testa di Recio che da pochi passi non lascia scampo a Rulli. Passano solo cinque minuti e Garcia Samuel ha l’occasione d’oro per raddoppiare ma il suo tiro viene deviato in out da Rulli. Al 68′ Boka calcia una cannonata sotto la traversa ma Rulli ancora una volta evita maggiori guai per i suoi. Fatto sta che quando il Malaga si preparava già a festeggiare una vittoria, una bordata dai venti metri di Ruben Pardo supera Kameni e sigla il gol del pareggio. Un pari dal sapore amaro per i padroni di casa che dovranno sperare in un passo falso del Villareal impegnato sul campo del Valencia.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.