Gold Cup, Guyana Francese-Honduras 3-1: una doppietta di Privat fa volare “Les Yana Dokos”

Stanotte è andata in scena l’andata dell’ultimo atto della fase preliminare, che ha visto la Guyana Francese strappare un successo storico (sarebbe la prima qualificazione alla Gold Cup) contro i più quotati avversari dell’Honduras, a cui servirà una partita perfetta (ma non impossibile) per riagguantare la qualificazione al turno finale.

Nonostante il risultato negativo, è proprio “La Bicolor” a trovare per prima la rete del vantaggio al minuto numero 17, quando Jerry Bengston si incunea tra le maglie della difesa avversaria e batte il portiere avversario in uscita con un preciso piatto destro. Dopo aver trovato la via della rete, la formazione honduregna di mister Jorge Luis Pinto commette l’errore di abbassare notevolmente il baricentro, lasciando così carta libera agli avversari, i quali riescono a raggiungere il pareggio già dopo 8 minuti: tutto parte da un calcio d’angolo dalla sinistra, sugli sviluppi del quale Torvic si libera della marcatura del diretto avversario e infila il pallone in fondo al sacco con un “cabezazo”, riuscendo ad evitare anche il disperato intervento di Bengtson, che riesce solo a toccare il pallone. Il gol manda in bambola l’Honduras, che, appena due minuti dopo, è costretta ad alzare bandiera bianca per l’ennesima volta; stavolta il giustiziere è Sloan Privat, che anticipa il diretto avversario a ridosso dell’area piccola e batte l’estremo difensore honduregno con un lesto tocco sotto.

Sloan Privat
Sloan Privat (qui con la maglia dell’Auxerre), autore di una doppietta. Fonte foto: Getfootballnewsfrance.com

Nella ripresa “La Bicolor” prova ad impostare una reazione, davanti al devastante uno due de “Les Yana Dokos”, ma anche l’entrata di Andy Najar (centrocampista di proprietà dell’Anderlecht) non migliora le cose; infatti a trovare la via della rete è ancora la Guyana Francese, che triplica con un altro “cabezazo” di Privat, il quale salta più alto di tutti e piazza il pallone sul secondo palo con una bella torsione aerea. Da qui in poi, la formazione allenata da Ghislain Zulémaro decide di coprire bene tutti gli spazi difendendo il doppio vantaggio in vista della sfida di ritorno; dal canto loro, invece, gli Honduregni non fanno granché per impensierire il portiere avversario, non a caso l’occasione più importante è un destro dalla lunga distanza di Lozano, che però finisce la sua corsa sul fondo.

Adesso alla “Bicolor” servirà una vera e propria partita perfetta per staccare l’ultimo pass disponibile per la fase finale della prossima Gold Cup, anche se i giocatori della Guyana (a cui vanno bene due risultati su tre) lo difenderanno con il coltello tra i denti.

Guyana Francese-Honduras 3-1 (2 Privat, Torvit; Bengston)

GUYANA FRANCESE: Donovan León; Gary Marigard, Marvin Torvic, Jean David LeGrand, Rudy Merille; Loic Baal, Roy Contout, Gary Pigree, Necki Adippi (51′ Rhudy Evens); Mickael Rimane, Sloan Privat.

HONDURAS: Noel Valladares; Emilio Izaguirre, Henry Figueroa, Maynor Figueroa, Wilmer Crisanto (46′ Bryan Beckeles); Luis Garrido, Roger Espinoza (65′ Andy Najar), Mario Martínez, Óscar Boniek García; Anthony Lozano y Jerry Bengtson (65′ Eddie Hernández).

About Marco Pantaleo 251 Articoli
Appassionato di ogni genere di sport (calcio e basket in primis), è un grande esperto del "calcio minore". Che sia la Copa Libertadores o la terza divisione danese poco importa, in qualunque campo rotola un pallone e ci sono 22 uomini c'è sempre una storia da raccontare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.