Inghilterra, Hodgson infuriato per un caso di ‘spionaggio’

Hodgson Inghilterra

INGHILTERRA HODGSON – Roy Hodgson ha ammesso la sua rabbia circa la vicenda spy che ha visto coinvolti alcuni fotografi “invadenti”, colpevoli di aver inserito nell’undici titolare al fianco di capitan Rooney il centravanti degli Spurs Harry Kane. Gli scaltri hanno fotografato un pezzo di carta tra le mani del selezionatore inglese in cui erano segnati alcuni appunti che lasciavano intuire chiaramente quale sarebbe stato il tandem d’attacco per il match di venerdì a Wembley contro la Lituania, valido per le qualificazioni ai Campionati Europei di Francia 2016.

“E’ pericoloso fare questo anche se l’allenamento in quel momento era aperto ai media. Ciò che avevo in mano erano degli appunti che io uso per focalizzare meglio i dettagli del mio lavoro. I giocatori sono spesso soggetti a rotazione e quindi non è assolutamente certo che Harry Kane possa partire dall’inizio” ha dichiarato l’allenatore inglese. Ha poi proseguito: “Questo genere supposizioni sono da evitare per due semplici motivazioni: prima di tutto si mette pressione inutilmente al giocatore e poi si rischia di fomentare attività di ‘espionage’ che non sono eticamente corrette”.

Oltre a questo, Hodgson deve far fronte agli infortuni di Sturridge e Lallana: il primo ha patito un infortunio all’anca e il secondo un problema all’inguine. La rivelazione del Tottenham Harry Kane nel frattempo sogna un esordio col botto, ironia della sorte, a fianco del suo compagno di squadra Ryan Mason, anche lui alla prima chiamata in nazionale per sostituire l’acciaccato Lallana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.