Montpellier-Lione 1-5: l’Olympique straripa, Fekir il “francese” incanta

Montpellier-Lione 1-5

MONTPELLIER-LIONE 1-5. Novanta minuti utili a dimostrare che il Lione sa sopportare la pressione. Una settimana dopo la sconfitta a Lille, 48 ore dopo il 6-1 dell’OM a Tolosa e 24 ore dopo il 4-1 in scioltezza del Psg sul Lens, l’OL ha risposto con la stessa moneta, di goleada: 5-1 alla Mosson, campo sempre ostico. Punteggio rotondo ma che nasconde le insidie che i ragazzi di Fournier hanno dovuto superare: prima il gol del vantaggio di Barrios al 6′ (palla persa banalmente da Umtiti, grande spunto di Dabo che poi ha messo in mezzo per il gol facile facile dell’ex Dortmund), poi un inizio di ripresa non brillantissimo. Ci hanno pensato quei tre davanti, Gourcuff-Lacazette-Fekir ad accendere sempre la luce.

Proprio Lacazette, sempre più capocannoniere di Ligue 1 anche dopo i due mesi d’assenza, ha pareggiato su rigore (conquistato da Fekir grazie all’intervento scomposto di El Kaoutari), alla mezz’ora, dopo aver sprecato in precedenza calciando su Jourdren. E Fekir, al 40′, ha ribaltato il punteggio: partenza sull’out di destra, appoggio in mezzo per Gourcuff che chiude di prima il triangolo e piattone sinistro sul palo opposto che non lascia scampo al portiere di casa. Una bellezza. Fekir, tra l’altro, domani dovrebbe annunciare la sua scelta definitiva per il discorso nazionale: ebbene, dopo la promessa fatta a Gourcuff, ct dell’Algeria, il prodotto del vivaio dell’OL indosserà la maglia della Francia.

Difficile, come detto, l’inizio ripresa del Lione anche per merito del Montpellier. Al 71′, però, la giocata che di fatto chiude il match: Gourcuff cerca prima di lanciare Fekir col petto, poi ci riesce con un gran filtrante che il franco-algerino sfrutta alla grande chiudendo con un delizioso tocco sotto, un numero d’alta scuola. Alla festa partecipano anche Anthony Lopes, che a dieci minuti dalla fine para un rigore a Barrios che avrebbe potuto riaprire la contesa, e Yattara: il giovane guineano nei minuti di recupero offre gli assist per le reti di Tolisso (bravo nell’inserimento) e ancora Lacazette (bella girata al volo), giunto a 23 gol in campionato. Meritano elogi anche Umtiti, nonostante l’errore iniziale, e Gonalons, padrone assoluto del centrocampo.

MONTPELLIER-LIONE 1-5: Barrios (M), Lacazette (rig), Fekir, Fekir, Tolisso, Lacazette

About Alfonso Alfano 1751 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.