Deportivo La Coruna – Siviglia 3-4: Vitolo trascina gli andalusi alla vittoria

Dopo il pareggio di settimana scorsa contro l’Atletico Madrid, il Siviglia di Unai Emery è chiamato a vincere sul difficile campo del Deportivo La Coruna se non vuol veder scappare definitivamente il treno che porta alla Champions League. Gli andalusi, in vista del derby di Europa League contro il Villareal, non applicano alcun turnover e si schierano con davanti l’unica punta Carlos Bacca assistito dai soliti Vitolo e Banega. La squadra galiziana di Victor Fernandez risponde con i migliori undici e con davanti il bomber Oriol Riera. Passano solo 4′ e il Siviglia va vicinissimo al vantaggio con Carlos Bacca che all’interno dell’area sciupa un’occasionissima calciando alto sopra la traversa. La risposta del Depor arriva al 22′ con Lucas Perez che scappa via dalla marcatura di Pareja e di fronte al portiere fa l’egoista e non serve la palla al solissimo Cavaleiro, calciando all’esterno della rete. La pressione dei padroni di casa si fa sentire e pochi minuti più tardi sempre dai piedi di Lucas Perez  parte l’zione del gol del vantaggio. Il trequartista spagnolo ruba palla sulla trequarti e allarga sull’esterno per Cavaleiro che dopo pochi tocchi mette un cross teso per Oriol Riera che in girata al volo fredda Rico. La gioia dei galiziani dura solo cinque minuti Vitolo serve in profondità Carlos Bacca che è bravissimo a proteggere il pallone e restituirlo al numero venti che nel mentre aveva seguito l’azione e che di fronte a Fabri mette dentro. Prima dell’intervallo il Deportivo La Coruna protesta prima per un presunto fallo da rigore di Pareja su Oriol Rierla e poi per una gomitata di Iborra sempre sul numero ventuno dei padroni di casa, punita solo con un giallo al centrocampista andaluso.

Nella ripresa il Depor parte forte e con le accelerazioni di Cavaleiro e Cuenca sulle fasce manda in confusione il reparto arretrato del Siviglia. Gli ospiti però alla prima occasione colpiscono. Bella iniziativa sulla fascia destra di Figueiras che serve l’inserimento di Vidal che di prima mette in mezzo e trova l’accorrente Vitolo che col piatto firma il raddoppio. Il Deportivo non ci sta e dopo pochi minuti va vicino al pari con Lucas Perez che con un bel tiro di sinistro che si spegne a lato di pochissimo. Il centrocampista spagnolo ci va vicinissimo subito dopo quando su un cross di Cuenca calcia al volo e trova la grande risposta di Rico. Unai Emery capisce che il moment è delicato e inserisce il rientrante M’bia per l’ammonito Iborra e Gameiro per Carlos Bacca, in modo di colpire in contropiede l’avversario. Al 65′ però su un tiro di M’bia il terzino locale Juanfran rimane colpito al volto dalla sfera. L’arbitro non interrompe il gioco e permette  Vitolo di continuare l’azione, entrare in area e subire il fallo da rigore da Insua. Dal dischetto Kevin Gameiro trasforma.  Passano pochi minuti e Lucas Perez, sfortunatissimo, centra su calcio di punizione la traversa. Al 70′ Gameiro scappa via in contropiede e serve in mezzo il solo Figueiras che incredibilmente sbaglia il gol del k.0. Al 72′ Luisinho fa fuori due avversari sulla fascia e mette in mezzo per Oriol Riera che accorcia le distanze. Al’83’ su azione d’angolo il Depor si fa trovare scoperto e permette a Gameiro di farsi tutto il campo e servire largo Vitolo che nel tentativo di crossare in mezzo becca in pieno il rientrante Sidnei che causa autogol. Nel finale c’è tempo solo per il rigore di Lucas Perez che dopo tante occasioni fallite riesce a trovare la via del gol soltanto al 93′. Bellissima partita al Riazor con il Depor che nonostante una difesa ancora da sistemare ha dimostrato di essere una squadra tosta e con il Siviglia capace di riprendersi dopo alcuni match in cui era sembrato poco in palla.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.