Bradford-Reading 0-0: reti bianche nel fango di Valley Parade, sarà replay

FA CUP – Al Valley Parade si conclude con uno sciabo 0-0 il primo quarto di finale di FA Cup, le due cenerentole Bradford (terza serie) e Reading (Championship, la nostra serie B) non si fanno del male a vicenda e se la giocheranno nel replay, che si giocherà al Madejski Stadium, tana dei Royals.

La gara, tecnicamente la meno entusiasmante tra le 4 del tabellone, regala agonismo a non finire ma ben poche occasioni: meglio gli ospiti nella prima frazione di gioco, più arrembanti i Bantams nella ripresa. Fattore determinante, ben più di schieramenti tattici o doti tecniche dei 22, è stato il terreno di gioco di Valley Parade. Avvolto da una meravigliosa cornice di pubblico, il terreno di gioco si è rivelato in pessimecondizioni, con zolle e ammassi di fango che hanno ridotto lo spettacolo e la regolare circolazione di palla: simpatica la definizione che ha dato ad esso il telecronista di Sky Nicola Roggero, che lo ha definito come il “campo di Ascot sul quale si è appena svolta una gara di galoppo”.

Di occasioni se ne contano sulle dita di una mano, di cuore, quello se n’visto tanto. Soprattutto per merito dei Bantams. Al 28′ pericolosi i Royals, Williams scappa via sulla destra e trova Pogrebnyak che si gira e incoccia il palo con un potente destro, la risposta dei padroni di casa è un calcio di punizione dalla sinistra di Liddle che non trova deviazione, anche stavolta è il montante a salvare Federici. Nella ripresa sale di colpi il tifo dagli spalti di Valley Parade, incoraggiati ci provano con maggiore convinzione: minuto 65, Stead combina con Hanson, ma il centravanti in precario equilibrio non trova il bersaglio grosso. Bantams tutto cuore, attaccanto anche con scarso costrutto, cercando il buon vecchio lancio lungo a cercare la testa delle punte. Al 75′ è Davis a trovare la zuccata in mischia, palla alta. L’ultima emozione la regala però il Reading, punizione fotocopia di quella di Liddle del primo tempo, batte Norwood e trova il palo, nella mischia nessuno trova la zampata vincente, nemmeno il vecchio volpone Yakubu, inserito da Clark nel quarto d’ora finale. Finisce così, risultato giusto che porta le squadre al replay. Il sogno per entrambe continua, almeno per il momento. Wembley è ad un passo, chi avrà maggior sete di gloria?

About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.