Eredivisie, VitesseSnella: sesta vittoria consecutiva per i gialloneri; crisi nera Twente

eredivisie

EREDIVISIE: VITESSE INARRESTABILE! – E chi lo ferma più? Domanda assolutamente lecita se si parla del Vitesse, capace di far suo il big-match del sabato olandese e chiudere il mese di febbraio con un ruolino di marcia da sogno, difficilmente ipotizzabile solo lo scorso mese: sei vittorie in altrettante partite disputate! Eppure le cose non si erano messe bene per i gialloneri, sotto dopo solo quattro minuti a causa del goal realizzato da Saymak, abile nell’insaccare di testa uno spiovente dalla sinistra di van Hintum.

Il pareggio, trenta minuti più tardi, lo realizza Bertrand Traorè con una bella conclusione volante mancina. Nel finale di primo tempo, i gialloneri hanno la grande chance di andare al riposo in vantaggio, ma Vejinovic fallisce dagli undici metri. Il goal-partita, al ventesimo del secondo tempo, lo realizza Pröpper, abile nel superare Hahn con un delizioso tocco sotto. Nel finale, lo Zwolle prova a rendersi pericoloso, ma non riesce a trovare il goal del pareggio. Per il PEC, ora, è crisi nera: la sconfitta odierna di Arnhem, infatti, è la quarta consecutiva.

L’AZ FA CHEESE – Vittoria con il più classico dei risultati, invece, per l’AZ Alkmaar, che batte il Willem II e in attesa del Feyenoord, impegnato domani pomeriggio in quel di Utrecht, vola al terzo posto in classifica, a sole due lunghezze dalla seconda piazza attualmente occupata dall’Ajax. La partita si sblocca al quarantesimo grazie a Berghuis, che batte Lamprou con una conclusione rasoterra di sinistro. I Cheese Farmer si garantiscono la certezza dei tre punti solo al novantesimo: l’attivissimo Berghuis mette a soqquadro la retroguardia ospite e serve un pallone a dos Santos che chiede solo di essere spinto in rete.

IL TWENTE NON SA PIU’ VINCERE – Se ad Alkmmar ridono, a Enschede piangono. Ennesimo risultato negativo per il Twente, bloccato sul 1-1 dal modesto NAC, compagine attualmente al penultimo posto dell’Eredivisie. I Tukkers rompono il ghiaccio, dopo solo cinque minuti, grazie a Castaignos, che insacca con un destro in corsa capitalizzando nel migliore dei modi la sponda di Ziyech. A centoventi secondi dal triplice fischio finale, però, la doccia fredda: de Zeeuw serve in area di rigore Falkenburg, controllo di destro e sinistro sul secondo palo che beffa Stevens. I padroni di casa strappano un punto dopo quattro sconfitte consecutive, magra consolazione di una crisi che pare non conoscere la parola fine.

CAMBUUR PRATICAMENTE SALVO, ORGOGLIO DORDRECHT – Dopo la buona salvezza colta lo scorso anno da neo-promosso, il Cambuur si sta confermando fra le note più liete dell’Eredivisie 2014/2015. In virtù del successo ottenuto oggi contro l’Heracles, strappato grazie ad una rete messe a segno da van de Streek al diciannovesimo, la  squadra di Leeuwarden vola a +12 dalla terzultima piazza occupata dai rivali di giornata e, di fatto, può festeggiare la salvezza con nove giornate d’anticipo. Nell’anticipo del venerdì, moto d’orgoglio del derelitto Dordrecht, che supera il GAE grazie ad un goal di Klaiber al novantesimo e coglie la terza vittoria in questa stagione. Sperare nella salvezza, lontana oggi ben otto punti, pare comunque utopistico, nonostante i tre punti colti ieri.

EREDIVISIE, VENTICINQUESIMA GIORNATA

Dordrecht-Go Ahead Eagles 2-1 (giocata venerdì)

Vitesse-Zwolle 2-1

Az Alkmaar- Willem II 2-0

Twente-NAC 1-1

Cambuur-Heracles 1-0

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.