Losc Lille – Olympique Lione 2-1: Les Dogues in rimonta stendono la capolista

Nella prima delle tre trasferte consecutive la capolista Lione va a far visita al Lille consapevole del fatto che, se si vuole arrivare allo scudetto e battere la concorrenza della corazzata Psg, si dovrà passare anche da campi tosti come quelli del Losc. Fournier recupera Lacazette in avanti e lo schiera dal primo minuto in avanti assieme a Fekir, supportati alle loro spalle dal giovane Ghezzal preferito a Gourcouff. Renè Girard si affida alla forza fisica di Origi in attacco e alla velocità di Mavuba e Mendes. Gli ospiti partono fortissimo e al 3′ sugli sviluppi di un corner calciato da Fekir, Tolisso in girata porta in vantaggio l’OL ammutolendo il Pierre Mauroy. Il Lille non risponde anzi pare in balia dell’avversario che gestisce benissimo la manovra del gioco. Intorno alla mezz’ora Lacazette può raddoppiare su calcio di punizione ma è bravissimo Kjaer a deviare in angolo. Sul calcio piazzato susseguente un’altra dormita della difesa dei padroni di casa permette a Kone di girare verso la porta ma la sua conclusione non è precisa come quella del suo compagno Tolisso. I Dogues, nel primo tempo, sono tutto in una conclusione di Mendes che finisce sugli spalti e convince definitivamente Girard a togliere dal campo il capoverdiano che fa posto a Delaplace.

Nella ripresa il Lille prova alzare il ritmo del gioco ma ancora una volta il Lione riesce a controllare le sfuriate dei padroni di casa. Al 56′ però Tolisso tenta un’apertura da fuoriclasse che finisce preda di Beria che fa partire un’azione magnifica. Il terzino serve palla a Mavuba che di sponda scarica la palla a Gueye che in un fazzoletto di terreno scambia con Lopes e da pochi passi firma il pareggio. Passano solo tre minuti e Lopes con un tiro a giro di sinistro non lascia scampo al suo omonimo avversario. Due lampi che mandano in completa confusione l’OL. Fournier cerca di evitare il tracollo inserendo Gourcouff e Malbranque per Ghezzal e Ferri. Il Lille però pare averne di più e con Origi va vicino al gol che avrebbe potuto chiudere la gara. Nei minuti finali il Lione cerca di alzare di nuovo il ritmo e ha l’occasione per pareggiare con Jallet ma Enyeama evita all’ex esterno del Psg la gioia del gol. Una sconfitta amarissima per l’Olympique che adesso dovrà sperare in un passo falso del Paris Saint Germain impegnato nel big match della settimana contro il Monaco.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.