Europa League, i voti e i giudizi sulle magnifiche sedici

bas dost wolfsburg europa league

Ecco una breve panoramica sulle 16 squadre che si sono qualificate per gli ottavi di Europa League. Ben cinque le italiane presenti, vediamo giudizi e opinioni su ognuna di esse.

Fiorentina: 7
La stella: Salah
Giudizio: La squadra di Montella esprime un buonissimo calcio, composto da possesso palla e spinte degli esterni. La viola ha come suo punto di forza il centrocampo che vede presenti Borja Valero, Pizarro, Diamanti e Mati Fernandez: tutti calciatori dai piedi buoni senza dimenticare Gonzalo Rodriguez che, anche se gioca come difensore centrale, fa partire le azioni da dietro grazie alla sua discrete qualità di palleggio.

Inter: 6,5
La stella: Shaqiri
Giudizio: Mancini sta dando la sua idea di gioco alla squadra e i risultati stanno pian piano arrivando. Il suo 4-2-3-1 esalta molto le caratteristiche di Shaqiri e del bomber argentino Mauro Icardi; ricordiamo che Mancini è arrivato a metà stagione subentrato a un Mazzarri che aveva perso il pallino del gioco e che non era mai entrato nel cuore dei tifosi neroazzurri.

Napoli: 7,5
La stella: Higuain
Giudizio: Benitez è un maestro in Europa e sa perfettamente cosa significa vincere. Il Napoli gioca un calcio offensivo basato sul fenomenale terzetto di trequartisti (Callejon,Hamsik,Mertens) e sulla punta di diamante Gonzalo Higuain, senza dimentare Gabbiadini e l’infortunato Insigne. In difesa cresce sempre di più l’affiatamento tra Koulibaly e Albiol; peccato per Strinic che non può essere utilizzato avendo già giocato in Europa League con il Dnipro.

Torino: 6,5
La stella: Glik
Giudizio: Entrati in Europa per caso, la squadra di Ventura è andata oltre tutte le aspettative addirittura vincendo al San Mames e arrivando agli ottavi. Può sembrare strano, ma il leader è proprio il capitano Kamil Glik che quest’anno ha una media realizzativa quasi come un vero centravanti. A centrocampo grandi prove fin’ora dei rispolverati Vives e Gazzi che garantiscono grande copertura e discrete geometrie grazie anche gli ottimi esterni Bruno Peres e Darmian. In attacco largo a Fabio Quagliarella e Maxi Lopez, senza però dimenticare il venenzuelano Martinez che segna poco ma è molto utile nello scacchiere di Ventura.

Roma: 7
La stella: Totti
Giudizio: Grande è la delusione per l’uscita in Champions e per l’ormai sfumato scudetto. Garcia vuole vincere l’Europa League affidandosi all’esperienza di Totti e alle folate sulla fascia di Gervinho, aspettando mister 30 milioni Iturbe che ancora non è riuscito ad incidere.

Dinamo Mosca: 6,5
La stella: Valbuena
Giudizio: E’ una buona squadra composta da ottimi calciatori. In primis c’è Valbuena che è arrivato da Marsiglia con ottime motivazioni e in avanti largo al talento russo Kokorin che è già sulla lista di diversi top club europei.

Zenit: 7
La stella: Hulk
Giudizio: Villas Boas ricorda perfettamente la sua ultima vittoria in Europa League ed è passato un bel po’ di tempo. I russi possono vantare di un buon capitale investito e di calciatori di ottima caratura: parliamo di Hulk in primis, Danny, Witsel e il nostro italiano Mimmo Criscito che ha ormai acquisito grande esperienza a livello europeo.

Besiktas: 6
La stella: Ba
Giudizio: Non un super squadra ma comunque fastidiosa. Demba Ba è al centro della squadra e le sue giocate si rivelano spesso decisive. La squadra turca è poca roba in trasferta, ma occhio a quando si giocherà nella bolgia di Istanbul.

Ajax: 6,5
La stella: Schone
Giudizio: De Boer ha a disposizione si una una rosa composta da moltissimi giovani esordienti ma ha anche l’esperienza di olandesi che hanno vissuto l’ultimo mondiale in Brasile ed è impreziosita all’esperienza del danese Schone e ai colpi del bomber polacco (di proprietà del Leverkusen) Milik.

Dinamo Kiev: 6,5
La stella: Lens
Giudizio: Gli ucraini non sono di certo i favoriti ma ci tengono ad onorare almeno la maglia portata e indossata dal leggendario Andry Schevchenko. Gli uomini di maggior classe sono l’olandese Lens e il talentusono ucraino Yarmolenko, corteggiato da in estate da diversi club italiani.

Villarreal: 6,5
La stella: Vietto
Giudizio: La squadra di Marcelino sta facendo una bella figura anche grazie ai colpi del talento di pura classe argentina di Vietto. Il bomber ex Racing forma insieme a Giovani Dos Santos una coppia di livello e di sicuro non facilmente arginabile.

Siviglia: 6,5
La stella: Bacca
Gidizio: I campioni in carica faticano ad esprimere lo splendido calcio mostrato lo scorso anno. Unai Emery ha comunque a disposizione il bomber colombiano Bacca e un centrocampo tutto sommato competitivo.

Wolfsburg: 7
La stella: De Bruyne
Giudizio: E’ la favorita per la vittoria finale. La squadra tedesca vanta un potenziale offensivo molto interessante con Schurrle, De Bruyne, Perisic e possiede un centrocampo che recupera un’infinità di palloni (Luiz Gustavo). In porta c’è Benaglio che mostra sempre grande affidabilità e in attacco c’è spazio per il bomber croato Dost, reduce da grandi cose fatte in Bundesliga.

Everton: 7
La stella: Lukaku
Giudizio: Roberto Martinez è e rimane un grande allenatore, ma quanto visto fino ad ora è solamente la brutta copia delle grandi cose fatte lo scorso anno. Netto calo di gioco e i vari Lukaku e compagni faticano a ingranare la marcia. La qualità c’è e abbinando i goal di Lukaku all’astuzia di Naismith, i Toffees potranno dire la loro.

Club Brugge: 6
La stella: De Bock
Giudizio: Squadra con calciatori giovani e di talento. Manca l’esperienza di quest’ultimi, e rispetto alle altre compagini sembra quella con meno possibilità di qualificarsi per la fase successiva.

Dnipro: 6
La stella: Konoplyanka
Giudizio: Gli ucraini si stanno rivelando una squadra molto fastidiosa e difficile da affrontare. Abbinano il giusto cinismo e ripartono molto bene con pochi passaggi. L’uomo di maggior classe in squadra è Konoplyanka che, a fine stagione, sarà svincolato essendo in scadenza di contratto. Da tenere d’occhio questo ragazzo classe ’89.

About Gerardo Guariglia 32 Articoli
Nato ad Agropoli e cresciuto a Santa Maria di Castellabate, ho una grande passione per il calcio. Non ho avuto esperienze con quotidiani noti o riviste, ma gestisco alcune pagine su Facebook. Mi piace seguire tutti i campionati, in particolare Premier League, Bundesliga, Liga, Ligue 1 e Eredivisie. Mi piace collezionare souvenir sul calcio, maglie, libri e tante altre cose.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.