Paderborn-Bayern Monaco 0-6: Game, set, match. L’uragano Bayern si abbatte sul favola Paderborn

Paderborn-Bayern Monaco 0-6

PADERBORN-BAYERN MONACO 0-6 – Con il netto risultato di 6 a 0, il Bayern Monaco di Pep Guardiola conquista agevolemente i 3 punti sul campo del Paderborn, riscattando parzialmente il deludente pareggio in casa dello Shakhtar Donetsk nell’andata degli ottavi di finale della Champions League. Il match non è mai stato in dubbio, con la formazione bavarese che ha controllato la partita sin dalle prime fasi di gioco, arrivando al gol due volte con Lewandowski nel primo tempo, mentre nella ripresa sono arrivate le firme di Robben (doppietta anche per lui), Ribery e del giovane Wieser.

La favola Paderborn, 53° club a disputare il campionato di Bundesliga, sfida tra le mura amiche per la prima volta nella sua storia l’armata Bayern Monaco. I padroni di casa si affidano ad un sistema di gioco più offensivo, il 4-3-2-1, con Kachunga come terminale offensivo, mentre il tecnico iberico punta sui tre “tenori” Ribery, Robben e Muller a sostegno dell’unica punta Robert Lewandowski.

La prima conclusione del match è curiosamente per i padroni di casa, che trovano la conclusione nello specchio dopo appena 30″ dal fischio d’inizio dell’incontro. La formazione bavarese però, non si fa intimidire dall’atteggiamento spavaldo del Paderborn, controllando fin dalle prime battute il pallino del gioco. In realtà il possesso palla degli uomini di Guardiola non riesce ad abbattere nella fase iniziale il muro difensivo dei neroazzurri, che passano al 5-4-1 dopo nemmeno 360 “. Il tecnico Breiteneiter vuole puntare sulla velocità dei suoi esterni, con un attteggiamento ultradifensivo e sfruttando le ripartenze.

Al 6′ arriva la prima opportunità per il Bayern con un calcio di punzione dalla trequarti con Xabi Alonso, che prova ad imbeccare i propri compagni all’interno dell’area di rigore, ma i difensori avversari intercettano, spedendo la palla in corner. Sei minuti più tardi, nuova conclusione dei padroni di casa con Meha, che calcia dai 30 metri. Il suo destro prende una strana traettoria e termina la sua corsa a un metro dal palo sinistro della porta difesa da Neuer.

Il match è bloccato, con il Paderborn che si difende molto bene e sventa qualsiasi attacco avversario fino al 24′, quando il Bayern trova la via del gol: ottima in bucata centrale di Xabi Alonso per Robben, che di prima serve Lewandowski, eludendo il fuorigioco della difesa avversaria con un geniale tocco mancino. L’attaccante polacco, a tu per tu con il portiere avversario, non sbaglia, siglando la rete del vantaggio. Passano 13 minuti e i bavaresi raddoppiano. Muller tenta la conclusione dai 20 metri, che va molto lontana dallo specchio. Ribery riesce con un’accelerazione improvvisa a impedire al pallone di oltrepassare la linea di fondo, e con un guizzo la mette al centro di prima intenzione. Sulla palla si avventa sul primo palo Robert Lewandowski, che realizza il tap-in del 2 a 0, siglando la sua decima rete stagione. Nell’occasione l’ex Borussia Dortmund si dimostra uno tra i centravanti migliori del mondo, facendosi trovare al posto giusto nel momento giusto.

Nonostante il doppio vantaggio, il Bayern non sembra essere sazio e a pochi minuti dall’intervallo va vicino al tris con un un sinistro dai 25 metri di Robben, che termina un metro distante dalla porta difesa da Kruse. E’ l’ultima emozione del primo tempo; si va negli spogliatoi sul risultato di 2 a 0 in favore degli ospiti, che hanno legittimato il doppio vantaggio.

Nella ripresa, le squadre tornano in campo senza cambi. Cosi come nel primo tempo, la prima occasione è per i padroni di casa. Dopo 4 minuti, Kachunga raccoglie la palla e tenta la conclusione dal limite del lato corto dell’area piccola. Babdstuber è provvidenziale, deviando in extremis con uno splendido intervento in scivolata il pallone in calcio d’angolo.

Al 63′, Hartherz commette fallo in area su Robben. Rosso per chiara occasione da gol e calcio di rigore, che lo stesso giocatore olandese trasforma in gol. 3-0.
Pochi minuti più tardi è Bernat ad andare vicino al gol. Il terzino spagnolo raccoglie un cross morbido e calcia nell’angolino basso alla destra di Kruse, che con uno splendido colpo di reni devia il pallone in calcio d’angolo.

Il Paderborn sembra accusare, e non poco, il colpo, rintanandosi nella propria metà campo nonostante il triplo svantaggio. I bavaresi ne approfittano prima con Ribery, che al 72′, sull’assist di Robben realizza la rete del poker bavarese con un destro a giro dal limite dell’area di rigore, e poi con il giovane Mitchell Weiser, che servito dall’altro neoentrato Rode, beffa Kruse con uno splendido pallonetto, che termina sotto la traversa.

Chiude i conti Robben al 86′, appoggiando in porta da pochi passi il pallone del 6 a 0, sull’assist di Ribery, che gli restituisce il favore. L’ultima occasione del match è per i padroni di casa, che si fanno vedere con una punizione dalla distanza di Meha, che Neuer blocca senza indugi. Al 90′, il direttore di gara fischia la fine del match, senza concedere ulteriore recupero.

About Alessandro De Felice 134 Articoli
Laureato in Mediazione Linguistica, amo viaggiare e il 'football' di ogni angolo del mondo. Laziale fino al midollo, fin da bambino coltivo la passione per il giornalismo di ogni genere, con una particolare preferenza per quello sportivo. Con grande orgoglio, conto diverse collaborazioni online e sulla carta stampata. Grazie a Tuttocalcioestero.it ho scoperto la magia del calcio della Repubblica Ceca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.