Crystal Palace-Liverpool 1-2: San Valentino rosso di passione, Gerrard aspetta il suo regalo

Crystal Palace Liverpool

Il Liverpool ha trascorso questo San Valentino di FA Cup senza l’amore di una vita, parliamo Gerrard. Un guaio muscolare ha tenuto a riposo il capitano di mille battaglie ma nella serata del cuore ci sono tanti amori da costruire, riparare o dimenticare. A fine stagione sarà divorzio tra Gerrard e la squadra dove ha trascorso tutta la carriera, una storia ai titoli di coda ma quanto sarebbe bello concluderla con un trofeo sollevato al cielo. L’Fa Cup potrebbe essere l’occasione migliore: appuntamento al 30 maggio a Wembley. Il giorno in cui Steven spegnerà 35 candeline, guarda caso. Ma il Liverpool è coinvolto in un’altra storia d’amore complicata, quella con Mario Balotelli. L’italico 45 non ha ricambiato le attenzioni che i tifosi gli hanno riservato al suo arrivo, ma è bastato il gol contro il Tottenham per far scoccare la scintilla. Anche oggi l’ex Milan ci ha messo lo zampino. La freccia di Cupido avrà colpito la Kop?

A Selhurts Park il Liverpool non inizia con il piede sbagliato in fase offensiva ma dietro si balla che è un piacere. Skrtel fa un pasticcio al quarto d’ora, il suo colpo di testa è un servizio per Gayle. Mignolet è bravo a dire no, ma sulla ribattuta c’è Frazier Campbell in agguato: uno a zero. Il Liverpool ha il merito di incassare il gol del Crystal Palace con gran personalità, capita un errore di percorso ma non compromette la voglia di far la partita. Da qui in avanti è profondo rosso, con Speroni chiamato in causa dall’arsenale ospite in più occasioni. Il Liverpool chiede pure un penalty su Sturridge, il fallo di Souarè sembrerebbe esserci. L’arbitro Madley lascia correre. Eagles comunque vivi e vegeti in azione di rimessa, Mignolet è maxi su Gayle. Pure in questo caso a rischiare la frittata è Skrtel.

Si va al riposo sull’uno a zero in favore del Palace, Rodgers però ci crede e manda dentro pue Mario. Liverpool d’assalto, tutti all’attacco, dopo quattro minuti l’audacia viene premiata. Henderson in mezzo per Sturridge, conclusione al volo e gol. Pareggio e danza celebrativa, diventata ormai un classico. Al minuto 58 ecco Mario. Bravo l’attaccante azzurro a procurarsi una punizione dal limite, è lui stesso a calciarla con astuzia e potenza. Speroni respinge in qualche modo e Lallana è l’uomo giusto al momento giusto. Gli Eagles cercano la reazione nervosa ma non c’è niente da fare. Il Liverpool conquista i quarti di FA Cup.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.