Premier League: Qpr e Hull, tre punti per restare vivi

Premier League Qpr

Quattro gare stasera valevoli per il turno infrasettimanale di Premier League, l’impegno dell’Arsenal e la sfida tra Liverpool e Tottenham pesano sulla colonna sinistra della classifica ma guai a sottovalutare gli equilibrio della zona bassa. Hull City-Aston Villa e Sunderland-Qpr non saranno match di cartello ma pesano eccome in chiave salvezza. Prima di entrare nella cronaca, facciamo il punto della situazione prima delle gare di stasera. Leicester fanalino di coda a 17, Qpr due punti sopra, a una lunghezza di vantaggio c’è l’Hull City. Salendo di un altro gradino troviamo il Burnley, poi Aston Villa, Wba e Sunderland. Dal basso in altro, a distanza di un punto l’una dall’altra. Tra il Qpr penultimo e il Sunderland 14esimo ci sono solo cinque lunghezze. In mezzo altre quattro squadre. Premessa necessaria per capire quanto queste due partite siano vitali, soprattutto per chi insegue. E stasera a vincere sono proprio le squadre più affamate, Qpr e Hull, tre punti che inguaiano il povero Leicester e rendono ancora più imprevedibile la corsa per restare in Premier League.

I Tigers piazzano la zampata, a farne le spese gli uomini Paul Lambert. Respira la squadra, ma respira soprattutto Steve Bruce. Il tecnico nei giorni scorsi è stato accostato al Fulham, il diretto interessato però ha smentito categoricamente: “Non posso commentare questa notizia perché altrimenti alimenterei la notizia ancora di più. Tutto ciò che posso dire è che è giornalismo spazzatura”. Più chiaro di così… I Cottagers se ne faranno una ragione. L’Aston Villa inizia bene nei primi dieci minuti, Weimann ci prova mettendo a lato di parecchio. N’Doye si fa vivo, sfruttando un errore di Clark, Guzan però è attento. E’ proprio il nuovo arrivato a creare i maggiori problemi e mette lo zampino sul gol realizzato da Jelavic al minuto 22. Da registrare la deviazione di Clark. Delph va vicino al pari prima della sosta, Lambert nell’intervallo gioca la carta Benteke. Aumenta la potenza di fuoco ma a segnare sono i Tigers. Raddoppia N’Doye, eccolo, Guzan ne para una ma sulla seconda non può far niente. Le speranze dei Villans sono sulle spalle larghe di Benteke, il belga ci prova ma al triplice fischio è due a zero. Risultato meritato, Hull che va in 15 posizione mentre il Villa si trova nei guai. Come abbiamo detto all’inizio, tutto può cambiare in un attimo.

Il Queens Park Rangers vince in trasferta. Sì, è possibile anche questo in Premier League. Lo Stadium of Light è terra di conquista per gli Hoops e il Sunderland soffre già in avvio. Ci prova Zamora, vecchia volpe abituata a gol salvezza, colpo di testa fuori di poco. Il Qpr fa più gioco, al minuto 17 arriva il gol di Fer su cross di Matthew Philipps. Fer potrebbe addirittura raddoppiare, il suo tiro però è a salve. Un attimo prima del fischio d’intervallo arriva Bobby Zamora a tradurre in rete un’altra buona palla dentro di Phillips. Rob Green deve stare allerta per impedire ai Black Cats di rientrare in gara e riesce nel compito, nostante i tentativi avversari. Allo scadere Sebastian Larsson trova Ferdinand sulla ua strada e la gara si chiude qua. Il Qpr lascia la zona retrocessione, a due punti di distanza dal Sunderland, 14esima forza della Premier League.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.