Il laboratorio Lione: da Lloris, Juninho e Benzema a Lopes, Grenier e Lacazette

Lione Lacazette

Gli anni 2000: gli anni dei grandi trionfi della società francese. Era l’era di fenomeni del calibro di Lloris, Juninho, Cris, Benzema. Da quelle parti era da un bel po’ che non si ottenevano grandi risultati, l’ultimo è stato proprio il famosissimo Raymond Domenech che portò al Lione promozione in Ligue 1 e successivamente diverse qualificazioni in Coppa Uefa.

Oggi la storia può ripetersi; l’ultima generazione sta infatti ottenendo grandissimi risultati a livello nazionale. Dopo un paio d’anni di transazione, i vari Lacazette, Gonalons, Grenier e Umtiti stanno pian piano diventato grandissimi calciatori. Frutto di un grande, grandissimo lavoro della società e dello staff tecnico che ha dato tempo ai ragazzi di ambientarsi comunque in una grande squadra e con una storia piuttosto importante. I risultati stanno arrivando, e il più blasonato in questo momento è sicuramente Alexandre Lacazette; l’attaccante francese classe ’91 è il capocannoniere della Ligue 1 con 21 reti.

La sua valutazione di mercato è ora di circa 20-25 milioni di euro e, molto probabilmente, già quest’estate l’ OL potrà godersi una sostanziosa plusvalenza. Altri pezzi pregiati che mette in mostra la bottega Lione sono Gonalons e Grenier. Il primo è un mediano che da molto equilibrio in mezzo al campo, la sua valutazione è di 15 milioni e, già questa estate, il Napoli aveva tentato a prenderlo. Il secondo gioiellino è Clement Grenier, trequartista classe ’91 con una tecnica raffinata e piedi d’oro, a 24 anni ha una valutazione di circa 10-15 milioni.

Sono ancora tanti i ragazzi dell’OL che promettono bene ma, per il momento, sono loro che stanno trascinando il Lione ai vertici del calcio francese battendo la concorrenza di club che hanno investito milioni e milioni per essere grandi sia in campo nazionale che in quello internazionale. Nel vivaio dei francesi ci sono altri ragazzi che, molto probabilmente, prenderanno i posti dei giovani citati precedentemente. Il trequartista Fekir e la il centravanti Yassine Benzia sono il futuro del club e già in questo campionato abbiamo avuto modo di vederli all’opera.

Il modello Lione è di sicuro uno dei migliori in Europa, tutto sta nel saper individuare i ragazzi, farli crescere senza pressione e lasciarli giocare come loro sanno fare.

About Gerardo Guariglia 32 Articoli
Nato ad Agropoli e cresciuto a Santa Maria di Castellabate, ho una grande passione per il calcio. Non ho avuto esperienze con quotidiani noti o riviste, ma gestisco alcune pagine su Facebook. Mi piace seguire tutti i campionati, in particolare Premier League, Bundesliga, Liga, Ligue 1 e Eredivisie. Mi piace collezionare souvenir sul calcio, maglie, libri e tante altre cose.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.