Saint-Etienne-Lens 3-3: pirotecnico pareggio nell’anticipo di Ligue 1

Tolosa-Lens 0-2

SAINT-ETIENNE . Anticipo da deboli di cuore quello che si è svolto al Geoffroy Guichard di Saint-Etienne dove i padroni di casa si sono fatti bloccare da un mai domo Lens al termine di una gara rocambolesca, conclusa con ben sei reti complessive, un evento piuttosto raro in Ligue 1.

Un pareggio che accontenta solo gli ospiti benchè il punto conquistato non permetta ai sang et or di uscire dalla zona retrocessione, mentre per i verdi si tratta di un nuovo passo falso che rischia di costare il quarto posto nel caso in cui il Monaco dovesse imporsi a Guingamp.

Eppure tutto si era messo per il verso giusto per la squadra di Galtier, grazie ad un gran tiro di Nguemo che non lasciava scampo al portiere ospite. 1-0 al 18′ e risultato che non cambiava più fino all’intervallo. Nella ripresa, dopo dodici giri di lancette, Mollo siglava la rete del raddoppio e sembrava far scendere il sipario sulla gara che, tuttavia, si riapriva nel giro di pochi minuti. Al 60′ Touzghar riduceva le distanze con un preciso rasoterra dalla distanza su cui Ruffier non poteva nulla, quindi al 69′ era sempre l’ex Amiens, questa volta dal dischetto, a pareggiare i conti.

La serata assumeva i contorni dell’incubo per il Saint-Etienne ad un quarto d’ora dalla fine quando Chavarria, dimenticato dalla retroguardia locale, spediva la palla nel sette, firmando un’incredibile rimonta. I padroni di casa tentavano dunque il tutto per tutto, facendo leva sulla forza della disperazione e trovavano il definitivo pareggio a sette minuti dalla fine con un imparabile sinistro di Erding. La gara finiva così 3-3: a volte anche la Ligue 1 sa regalare spettacolo.

 

Saint-Etienne – Lens 3 – 3 (18′ Nguemo, 57′ Mollo, 60′ e 69′ rig. Touzghar, 76′ Chavarria, 83′ Erding)

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.