Coppa d’Africa, Congo-RD Congo 2-4: rimonta da 2-0, i “Leopardi” in semifinale

Il primo quarto di finale della Coppa d’Africa 2015 non delude le attese e regala la partita più spettacolare vista fin qui. Il derby tra il Congo e la Repubblica Democratica del Congo si accende nella ripresa dove si assiste alla storica rimonta degli ex zairesi che, sotto di due reti, ne rifilano quattro ai congolesi guadagnandosi la semifinale.

Tra i congolesi un’unica novità rispetto all’ultimo match, torna in difesa Mouhibo (N’Ganga torna in difesa); anche tra gli ex zairesi avvicendamento al centro della difesa tra Kimwaki e Zakuani, in attacco Bokila (in gol contro la Tunisia da subentrato) “ruba” la maglia da titolare a Mubele. La fase di studio dura poco, una decina di minuti poi gli ex zairesi iniziano a spingere con decisione creando qualche brivido ai “Diavoli rossi”: prima un cross teso di Bolasie trova Mbemba sul secondo palo ma il giovane talento dell’Anderlecht conclude alto di testa poi un’altra discesa sulla fascia destra di Bolasie si conclude con un assist a centroarea per Bokila che di prima conclude debolmente. Dopo la sfuriata dei “Leopardi” il Congo riesce ad arginare la foga avversaria ma senza creare pericoli se non nel finale di tempo con una punizione potente di Dorè dalla lunga distanza, di poco alta sulla traversa.

Nella ripresa proprio sugli ex zairesi (fin qui meritevoli del vantaggio se non altro per l’intraprendenza) si abbatte però la sfortuna: subito un infortunio per il centrale Zakuani (entra la riserva Kimwaki) poi occasionissima con splendida combinazione in area congolese tra Mbokani (stacco imperioso e torre precisa) e Bokila che conclude a botta sicura colpendo in pieno la traversa; passano due minuti e, ulteriore beffa per i “Leopardi” che subiscono il vantaggio dei “Diavoli rossi” grazie ad un’incomprensione tra Kidiaba e Mongongu che non intervengono su una punizione dalla destra di Oniangue agevolando il tocco sottoporta di Dorè. Ancora sfortunati gli ex zairesi pochi minuti dopo su una punizione dalla distanza di Bolasie respinta con un intervento prodigioso da Mafumbi, episodio seguìto poco dopo (ulteriore beffa) dal raddoppio dei congolesi, cinici al massimo nell’approfittare di un altro calo di concentrazione della difesa avversaria, qui in particolare bravo Dorè a servire Bifouma che non sbaglia all’altezza del dischetto del rigore.

Nonostante un “uno-due” da far piegare le ginocchia la Repubblica Democratica del Congo non si abbatte e continua a crederci, raccogliendo subito i frutti dimezzando lo svantaggio quasi subito con la rete (prima nel torneo) di Mbokani puntuale nel finalizzare un’altra giocata, questa volta sulla sinistra, di Bolasie con una conclusione da distanza ravvicinata. Match spettacolare con occasioni da entrambe le parti (Bokila va vicino al pari, ma anche Oniangue per il tris congolese) ma gli ex zairesi hanno maggiore convinzione, e questo fa la differenza nel finale. Ad un quarto d’ora dalla fine Bolasie (devastante oggi) regala un cross preciso per il neoentrato Kebano il cui tuffo di testa è impreciso; nell’azione successiva la difesa congolese cincischia in area, non libera la palla dopo l’ennesima conclusione di Bokila respinta da Mafumbi, la palla torna a Bokila che (finalmente dopo le tante occasioni avute) scarica un potente mancino in rete, il gol del pareggio. Rimonta completata all’81°: punizione dalla sinistra di Kebano, tocco di testa leggero ma preciso di Kamwaki, è il 3-2 per il Congo Kinshasa. Minuti finali ovviamente convulsi con il Congo Brazzaville in avanti ma senza molta convinzione e gli avversari a sfiorare prima il poker con una fuga solitaria in contropiede di Bolasie (conclusa su Mafumbi) e a trovarlo con un assist di Kebano per Mbokani che insacca al secondo tentativo dopo il primo salvataggio in uscita bassa di Mafumbi. Gli ultimi secondi regalano solo un palo esterno colpito dal neoentrato Malonga, al fischio finale Repubblica Democratica del Congo in giubilo. In semifinale ci va, giustamente, il Congo che ci ha creduto di più.

COPPA D’AFRICA, CONGO-RD CONGO 2-4: 55’ Dorè, 62’ Bifouma; 65’, 91’ Mbokani, 75’ Bokila, 81’ Kimwaki

Congo (4-1-3-2) Mafoumbi; Baudry, Babele, Moubhio, Magnokele; N’Dinga; Litsingi (84′ Gandzè), Oniangue, Moutou (84′ N’Guessi); Bifouma, Dore (79′ Malonga).

RD Congo (4-2-3-1) Kidiaba; Issama, Mongongu, Zakuani (50′ Kimwaki), Kasusula; Mbemba, Makiadi (89′ Munganga); Bolasie, Mabwati (72′ Kebano), Bokila; Mbokani.

About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.