I migliori 30 under 18 del mondo secondo TCE (prima parte)

under 18 tuttocalcioestero

under 18 tuttocalcioestero

Parte da oggi il nostro speciale alla scoperta dei migliori under 18 in giro per il mondo scelti dal nostro Antonio Cupparo che cura la rubrica World’s got talent, una carrellata di giocatori che faranno parlare di sé da qui a pochi anni. Qualcuno è già conosciuto, qualcun’altro ancora deve ancora esplodere ma già si vede la stoffa, naturalmente visto il format del sito non verranno nominati giocatori  italiani, in fondo siamo o no Tuttocalcioestero? Buona lettura

30 – JAIRO RIEDEWALD – Ajax – 1996

Franck De Boer lo ha paragonato a Rijkaard per la sua forza fisica e la sua agilità, dopo la partenza di Blind, il tecnico olandese punta molto su questo mancino che è nato difensore ma che ha dimostrato di giocare benissimo anche come mediano davanti alla difesa

29 – MARCO ASENSIO – Maiorca – 1996

Il Real Madrid ha battuto la concorrenza del Barcellona per assicurarselo, lui che è un ala mancina dalle incredibili qualità balistiche, sa mettere la palla dove vuole e concludere a rete in modo sublime, fino alla fine della stagione rimarrà al Maiorca poi via all’avventura con le Merengues

28 – JOSE ANGEL POZO – Manchester City – 1996

Soffiato al Real, il City ha in mano un talento di primo livello, soprannominato “miniMessi”, potrebbe fare lo stesso percorso di Marcos Lopes che sta facendosi le ossa in Ligue 1, monitorato dai Citizen’s

27 – RENATO SANCHES – Benfica – 1997

Protagonista con il Portogallo agli europei under 17, questo ricciuluto che ha una classe sopraffina e un gran tocco di palla, ha sapienza tattica e un fisico importante, il che lo porterà in futuro a diventare un mediano molto completo

26 – SERGIO DIAZ – Cerro Porteno – 1998

Tra i più interessanti elementi che stanno giocando il Sudamericano Sub2o, uno tra i più giovani ma non si vede, in Paraguay ha già esordito in prima squadra, l’argentino Leo Astrada lo ha paragonato al connazionale e stella del Manchester City Sergio Aguero, e le movenze non possono che dargli ragione

continua……

About Antonio Cupparo 68 Articoli
Fin da bambino voleva diventare talent scout, seguendo le partite di calcio internazionale, il suo primo idolo è stato Robert Pires, da anni grazie a Footlandia è diventato famoso nel web per le sue schede di giovani in rampa di lancio, il suo idolo calcistico adesso è Chicharito Hernandez suo pallino che ha segnalato alla Lazio nel 2009 senza però essere ascoltato. Ha scritto per Mistermanager e per tuttomercatoweb, oltre ad aver fatto apparizioni in tv private di Roma. Si occupa della rubrica World's got talent dove ci illumina nelle sue performance di descrizione dei nuovi talenti in giro per il mondo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.