Eredivisie, è fuga PSV! Continua il magic-moment dell’Heerenveen

eredivisie

IL PSV VOLA – Questa giornata di Eredivisie, la diciannovesima della stagione 2014/2015, potrebbe essere ricordata come quella decisiva per la vittoria finale del PSV. I Boeren, infatti, riscattano la clamorosa eliminazione patita martedì in Coppa d’Olanda per mano del Roda, espugnando il campo del tenace Cambuur, fra le sorprese più liete della prima parte del campionato olandese. E complice il pareggio a reti bianche nel Klassieker, volano a +6 dagli acerrimi rivali dall’Ajax. Gli uomini di Cocu passano in vantaggio, al quarantesimo, grazie a Wijnaldum, bravo ad insaccare un cross dalla destra con un colpo di testa in bello stile, ma mettono in ghiaccio il match solo ad un quarto d’ora dal fischio finale in virtù del colpo di testa vincente di Depay, decisamente agevolato dalla sciagurata uscita del portiere locale. Inutile, nel finale, la marcatura realizzata da de Ridder, che fissa il punteggio sul 1-2 in favore della squadra di Eindhoven.

ZWOLLE FERMATO DALL’AZ, CROLLO VITESSE – Oltre alla grande classica del calcio olandese, andata in scena nella splendida cornice dell’Amsterdam Arena, la giornata del campionato olandese offriva altri due match particolarmente interessanti: Zwolle-AZ e Heerenveen-Vitesse. Nel primo incontro, autentico spareggio per la qualificazione diretta alla prossima Europa League, Cheese Farmers tornano da Zwolle con un buon punto, colto su un campo di difficile conquista per qualunque squadra: ospiti in vantaggio, al quinto, con Gudelj, pareggio dei locali, dieci minuti più tardi, per mano di Lukoki. Di tenore decisamente diverso, invece, il match andato in scena all’Abe Lanstra Stadion. L’Heerenveen, infatti, rifila un sonoro 4-1 al Vitesse, che prosegue la lenta discesa verso le zone basse dalla classifica. Gara mai in discussione: Frisoni in vantaggio di due reti dopo solo dieci minuti e capaci, già al settimo della ripresa, di portarsi sul 4-0; inutile, nel finale, il goal messo a segno da Kashia, che non rende certamente meno amara la sconfitta dei gialloneri.

SI RILANCIA IL TWENTE,  TORNA A VINCERE IL DORDRECHT – Dei pareggi di Feyenoord, AZ e Zwolle, ne approfitta il Twente, che – nell’anticipo andato in scena venerdì – batte 2-0 l’Heracles e si ritrova, ora, a soli due punti dalla qualificazione diretta in Europa League. Continua a deludere, invece, il Groningen. I biancoverdi si fanno recuperare due volte dall’Utrecht, colgono il quarto pareggio nelle ultime cinque partite (a cui va aggiunta la sconfitta esterna sul campo dell’Ajax), e restano mestamente a metà classifica, momentaneamente esclusi dai play-off per la qualificazione alla prossima Europa League. Nella parte calda della classifica, da sottolineare i successi dei Go Ahead Eagles (dopo un pareggio e quattro sconfitte) e Dordrecht (all’asciutto di vittorie da ben diciassette turni): i primi, in un match di capitale importanza nella lotta per non retrocedere, battono di misura il Den Haag, mentre i secondi superano l‘Excelsior grazie ad un goal di Lieder.

EREDIVISIE DICIANNOVESIMA GIORNATA 

Twente-Heracles 2-0

Cambuur-PSV Eindhoven 1-2

Dordrecht-Excelsior 1-0

Zwolle-AZ Alkmaar 1-1

Hereenveen-Vitesse 4-1

Ajax-Feyenoord 0-0

NAC Breda-Willem II 0-0

Groningen-Utrecht 2-2

Go Ahead Eagles-Den Haag 1-0

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.