Sudamericano Sub 20: Brasile e Argentina crollano, vincono Cile e Perù

Sudamericano Sub 20

Sudamericano Sub 20

Nella seconda giornata del Sudamericano Sub 20 spiccano le clamorose sconfitte di Argentina e Brasile rispettivamente con Paraguay e Uruguay, l’Ecuador è ad un passo dall’eliminazione dopo aver perso con Perù, mentre il Cile prende i primi tre punti contro Venezuela

GRUPPO A

ARGENTINA-PARAGUAY 0-1

Era lo scontro diretto per far capire chi tra di loro potesse essere il favorito per diventare la primatista del girone. Dopo la prima scoppiettante partita d’esordio, dall’Argentina ci si aspettava un’altra prestazione positiva e invece il Paraguay, squadra molto compatta a centrocampo, l’ha punita dopo pochi minuti da Canete, il difensore di proprietà dell’Atletico Madrid ha insaccato di testa. Per l’Albirroja il primo posto del girone non è più un’utopia.

ECUADOR-PERU’ 0-2

Il Perù si è dimostrato molto più superiore al cospetto di un Ecuador estremamente disordinato, soprattutto in difesa, e con un attacco spuntato. Per il Perù doppietta di Succar, il primo gol bravo l’attaccante a spingere in tap-in un assist di Carranza, il secondo bravo dopo una respinta del portiere ecuadoriano Beto.

CLASSIFICA: Paraguay 6, Argentina Perù 3, Bolivia Ecuador 0

GRUPPO B

URUGUAY-BRASILE 2-0

Dopo l’Argentina, anche il Brasile cade perdendo contro un Uruguay che ha saputo sfruttare a pieno due calci piazzati e gli inserimenti dei suoi giocatori. In rete per la Celeste Pereiro e per la seconda volta nel torneo Arambarri. Per il Brasile poche le occasioni per cercare di ribaltare il risultato, il solo Kenedy ha trovato di fronte Cardozo che gli ha negato il gol

CILE-VENEZUELA 2-0

Per la Roja c’era solo un risultato ed è arrivato, una vittoria convincente conseguente di due reti una per tempo: al 6′ Etcheverria, poi Cuevas, che al suo secondo centro nel torneo, dimostra abilità sotto porta su splendido assist di Orellana.

CLASSIFICA: Uruguay 6, Brasile Cile 3, Colombia Venezuela 0

About Antonio Cupparo 68 Articoli
Fin da bambino voleva diventare talent scout, seguendo le partite di calcio internazionale, il suo primo idolo è stato Robert Pires, da anni grazie a Footlandia è diventato famoso nel web per le sue schede di giovani in rampa di lancio, il suo idolo calcistico adesso è Chicharito Hernandez suo pallino che ha segnalato alla Lazio nel 2009 senza però essere ascoltato. Ha scritto per Mistermanager e per tuttomercatoweb, oltre ad aver fatto apparizioni in tv private di Roma. Si occupa della rubrica World's got talent dove ci illumina nelle sue performance di descrizione dei nuovi talenti in giro per il mondo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.