Arsenal-QPR 2-1: Sanchez Show! Il cileno sbaglia un penalty, ma decide la sfida dell’Emirates

arsenal-qpr
Arsenal-QPR 2-1: Sanchez Show! Il cileno sbaglia un penalty, ma decide la sfida dell’Emirates

 

Arsenal-QPR 2-1- Il Boxing Day è la cornice straordinaria per uno degli innumerevoli derby della città di Londra, questa sera si sfidano all’Emirates Stadium Arsenal e QPR. Le due compagini sono divise da dieci punti e gli umori nei rispettivi club sono totalmente differenti: l’Arsenal è alla rincorsa di un quarto posto che significa preliminari di Champions League, ma la rinascita del Manchester United e la sorprendente stagione del Southampton di Ronald Koeman stanno complicando i piani di Wenger. Nell’ultima sfida i Gunners si sono fatti raggiungere nel finale dal Liverpool di Rodgers e questo ha fatto mandare su tutte le furie il tecnico alsaziano, considerato che il pareggio è arrivato al 97′ e i Reds avevano un uomo in meno sul rettangolo di gioco. Il QPR ha superato il WBA con una tripletta di Austin, sempre più leader di questa compagine, proiettandosi al 15° posto e lasciandosi dietro la zona calda.

Il primo tempo si apre con un sussulto: Traorè atterra Sanchez in area di rigore al 7′, e Atkinson assegna il penalty. L’intervento da parte del calciatore senegalese è scriteriato ed in evidente ritardo, perciò il direttore di gara assegna correttamente la massima punizione. Sanchez si incarica della battuta, ma Green intuisce il calcio di rigore del cileno. L’estremo difensore preserva la parità con un intervento sapiente sul penalty dell’ex Barcellona. L’Arsenal domina il terreno, però il QPR riparte adeguatamente con la velocità dei propri esterni. Sanchez si fa perdonare il penalty fallito siglando la rete del vantaggio per i Gunners; il cileno è efficace con un tuffo a pesce nel battere Green a porta sguarnita, Arsenal in vantaggio con il suo uomo migliore. Il primo tempo termina con il momentaneo vantaggio dei biancorossi, grazie alla marcatura del cileno al 37′. Si profila una seconda frazione di diverso tenore, sopratutto per il QPR che è costretto a rincorrere.

La ripresa si complica per i Gunners quando Giroud si fa cacciare dal terreno di gioco per una testa rifilata ad Onuoha, il direttore di gara è costretto a rifilare il rosso diretto nei confronti del francese ed il QPR acquisisce, a sorpresa, la superiorità numerica. Una vera e propria svolta all’interno della gara, ora gli ospiti si riverseranno in avanti per cercare la parità. L’Arsenal non sembra accusare l’inferiorità numerica e Rosicky trasforma magistralmente l’assistenza di Sanchez al 65′. I gunners raddoppiano ed ora si fa davvero dura per il QPR. Il match si riapre quando Austin trasforma un penalty al 79′ della ripresa. L’ennesima marcatura del centravanti dei Rangers non permette agli ospiti di riacciuffare un risultato compromesso dall’atteggiamento complessivamente rinunciatario dimostrato nell’arco del match. La partita termina 2-1 in favore dei gunners, meritevoli di portare a casa tre punti d’oro nella corsa al terzo posto, arrivati dopo una ripresa giocata con l’handicap dell’inferiorità numerica. Il QPR ha perso il match in mediana, dove gli interpreti si sono rivelati imballati ed a tratti molto lenti, tardivo l’ingresso di Fer nel rettangolo di gioco. Austin si conferma un giocatore in forma strepitosa, al di là della marcatura su calcio di rigore, ha saputo reggere sulle sue spalle il peso della manovra offensiva del QPR.

 

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.