Lione-Caen 3-0; Lacazette – Benzia e continua la rincorsa

lione-caen-3-0

LIONE-CAEN 3-0 – Allo Stade de Gerland il Lione sfida il Caen. L’Olympique vuole proseguire nel suo ottimo momento di forma, la squadra allenata da Fournier, terza in Ligue 1, dovrà affrontare il non insormontabile ostacolo rappresentato dal Caen, penultimo in campionato. Le squadre scendono in campo, si inizia.

Partenza lampo dell’O.L. che dopo pochi minuti sfiora il goal con una buona incursione di Fekir, facilmente stoppata dalla difesa del Caen. Dopo 2’ è lo stesso talento francese a creare calcio, supera un uomo, entra in area e viene atterrato. Non ci sono dubbi è calcio di rigore: dal dischetto si presenta Lacazette che non sbaglia, 1-0 per i padroni di casa. Passano i minuti ma non cambia il canovaccio tattico, è dominio del Lione, ancora pericoloso con Jallet che si inserisce e calcia, ma Vercoutre si allunga e devia in corner. Si sveglia il Caen che prova a pareggiare i conti grazie ad un acuto di Duhamel; il pallone finisce alto sopra la traversa. Il primo tempo si conclude senza altre grandi occasioni, i padroni di casa stanno meritatamente vincendo grazie ad un’ottima prestazione.

La ripresa inizia in maniera movimentata. Dopo 5’, Jallet è costretto a salvare su Duhamel e sul ribaltamento di fronte Ferri costringe Vercoutre alla gran parata con annessa deviazione in corner; dal conseguente calcia d’angolo arriva un pericoloso spiovente, che cade sulla testa di Jallet, autore di un colpo di testa deviato quel che basta da Benzia sopra la traversa. Il Lione è padrone del campo e poco prima del 60’ trova il raddoppio grazie ad una sassata del solito Lacazette, che manda in estasi il Gerland. Dalla padella alla brace: passano altri 5’ e Benzia mette una seria ipoteca sul risultato finale, grazie ad una botta che abbatte il portiere ospite: è 3-0 per l’O.L. Notte fonda Caen. Al 70’, Fekir – tra i migliori oggi – punta il terzino destro avversario e, da posizione defilatissima, si inventa un tiro che termina  fuori di poco con Vercoutre. Al 73’ mister Fournier concede la standing ovation a Lacazette, al suo posto entra Yattara. Continua l’incubo della squadra ospite. Al 75’, un indemoniato Fekir  entra in area e viene atterrato per la seconda volta: calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Fekir, ma Vercoutre compie una prodezza e salva i suoi da una ancor più pesante umiliazione. Solo una squada in campo, il Lione. La squadra di casa sfiora anche nel finale il goal, ma il risultato finale non cambia. Prestazione incredibile del Lione, specialmente di Fekir, nonostante l’errore dal dischetto. Gli uomini di Fournier continuano la loro rincorsa ai piani alti della classifica per il Caen l’incubo retrocessione si sta tramutando in realtà.

About Gianmarco Galli Angeli 210 Articoli
Classe 96. Aspirante giornalista e telecronista, coltiva la sua passione scrivendo per tuttocalcioestero.it. E' un amante sfrenato degli intrecci specie quando a fondersi sono calcio e storia, lato poetico in una vita fatta di prosa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.