Aston Villa-Leicester 2-1: Super Schmeichel non basta, Hutton impallina le Volpi

Aston Villa Leicester

L’Aston Villa ottiene la seconda vittoria di fila dopo il successo nel midweek contro il Crystal Palace: al Villa Park arrivano tre punti importantissimi grazie al 2-1 inflitto al Leicester al termine di un match intenso e combattuto.Eppure i Villans erano partiti male: dopo un inizio con ritmi veloci, erano i Foxes a portarsi in vantaggio grazie ad Ulloa che approfitta dell’intervento pasticciato di Guzan sul tiro di Mahrez per segnare il suo sesto gol in Premier League. Ma gli uomini di Lambert reagiscono e pochi minuti dopo Clark incorna alla perfezione una punizione di Westwood e fa 1-1.

La partita si mantiene su una velocità elevata, ma verso la fine del tempo si incendia: prima un fallaccio di Vardy costringe Westwood ad uscire in barella, poi Clark interviene duro su Ulloa che all’intervallo è costretto ad abbandonare la partita.
Nella ripresa comincia lo show di Schmeichel: prima stoppa Richardson a pochi passi dalla linea, quindi è bravo ad uscire sui piedi di un Benteke lanciato solo verso la porta, infine di piede dice di no ad Agbonlahor. Ma Guzan non è da meno e con un miracolo sul tiro al volo di Nugent salva il risultato, e al 71′ arriva il sorpasso Aston Villa: Benteke pesca Hutton solo in area, che mantiene la freddezza e mette la palla alle spalle di Schmeichel.

Potevano arrivare più gol ma ancora il portiere danese si supera su Benteke e Clark. L’incontro si chiude con il rosso a Konchesky dopo una scaramuccia con Hutton e una rovesciata di Cambiasso che termina di poco a lato. Grande rimonta e tre punti preziosissimi per l’Aston Villa, che sale all’undicesimo posto, mentre sembra essere appeso ad un filo il destino di Nigel Pearson come manager di un Leicester sempre più ultimo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.