Real Madrid-Cornellà 5-0 – Tutto semplice per i Blancos: Ancelotti fa 17

real-madrid-cornellà

REAL MADRID-CORNELLA’ 5-0 – Tutto semplice. Tutto come previsto. Il Real Madrid di Ancelotti fa a fettine il Cornellà e supera agevolmente il quarto turno della Coppa del Re, il primo con in campo le big spagnole. Non c’è stata partita sin dalle prime battute. La squadra capitolina, infatti, sfiora il goal in due circostanze, prima con James e poi con Chicarito. Ma sono gli ospiti, al quattordicesimo, ad avere la grande chance per passare in vantaggio, Boniquet, però,  fallisce un calcio di rigore da lui stesso guadagnato (fallo di Arbeloa ai suoi danni).

Passano tre giri di lancette e il Real sblocca il match: Isco serve James, che s’infila nelle fragili maglie difensive avversarie e batte il portiere ospite con un delizioso tocco sotto. La gara si gioca ritmi non elevatissimi, complici la differente caratura tecnica fra le due squadre e il 4-1 rifilato dai Campioni d’Europa nella gara d’andata. Al minuto trentatré, dopo essere andata vicinissimo al goal con Nacho, la squadra madrilena raddoppia grazie, ancora una volta, alla premiata ditta Rodriguez-Isco: il colombiano taglia in due il Cornellà con un filtrante rasoterra che viene raccolto da Isco, bravo a freddare Alberto Inigo con un tocco morbido. Real dominante. Un giro di lancette  e James Rodriguez, servito da uno splendido tacco di Hernandez, mette a segno il 3-0, secondo goal personale del colombiano.

Ancelotti opera un cambio nell’intervallo: fuori Varane, dentro Diego Llorente. In avvio di frazione, brutta tegola per le Merengues: Khedira crolla a terra ed è costretto ad abbandonare il campo in favore di Jesé; per il tedesco si teme uno stop di diverse settimane. Al quarto d’ora, il Real Madrid cala il poker grazie ad una comica autorete di Borja Lopez, che – in seguito ad un traversa colta da Hernandez – si rende protagonista involontario di un tap-in nella propria porta. La partita prosegue senza riservare grandi emozioni. La squadra di Ancelotti, però, riesce addirittura a fare cinquina: splendido spunto personale di Isco, che appoggia sulla destra per l’accorrente Jesé, bravo a concludere in porta con un destro ad incrociare il secondo palo che non dà scampo a Inigo Alberto. Vittoria scontata, meritata e decisamente importante per il Real Madrid di Carletto, che prolunga la striscia di vittorie consecutive – fra campionato e coppe – a quota diciassette, record assoluto nelle gloriosa storia del club del Bernabeu.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.