Leicester-Liverpool 1-3: i Reds tornano a vincere in trasferta grazie all’eterno Gerrard

Leicester Liverpool

Il Leicester ospita il Liverpool per questo turno infrasettimanale di Barclays Premier League. I padroni di casa riversano in situazione disastrose: l’ultima posizione in classifica ha incupito l’ambiente dei Foxes e l’ultima sconfitta ad opera del QPR ha lasciato il segno. I londinesi hanno superato i diretti concorrenti grazie ad una rete di Austin e questo ha permesso ai biancoblù di scavalcare il Leicester in classifica. Il Liverpool sembrerebbe la vittima ideale per poter portare a casa il bottino pieno e dare una decisiva smossa alla classifica poiché i Reds di Rodgers non stanno di certo vivendo un momento idilliaco. Nell’ultima partita la compagine di Liverpool è riuscita ad archiviare i tre punti contro lo Stoke City, però non basta una vittoria sofferta per scacciare le ombre e la scure dal tecnico nordirlandese. Una disarmonia totale fra i reparti è ciò che Rodgers deve migliorare, solo il centrocampo sembra lavorare a pieno regine, mentre il reparto arretrato concede sempre qualcosa di troppo all’avversario di turno.

La crisi di Balotelli, forse già da considerare in partenza, ed un Lambert, che si è sempre dimostrato un grande lottatore ma nulla più, hanno messo in allarme l’ambiente dei Reds e ha costretto la società a darsi da fare in vista della sessione di mercato invernale. Nella prima frazione di gioco il Leicester si rende pericoloso al 20′ con Cambiasso, la conclusione dal limite dell’area dell’ex interista si spegne a lato nella disperazione più totale del King Power Stadium. L’azione è stata propiziata da un macroscopico errore di Mignolet che ha servito erroneamente un pallone d’oro al mediano argentino. Il vantaggio per i Foxes arriva cinque minuti dopo grazie ad Ulloa, padroni di casa avanti grazie al proprio cannoniere sudamericano. La rete è di dubbia assegnazione, considerato che la carambola del pallone si risolve sulla schiena di Mignolet e la sfera si adagia in rete. La leadership per i padroni di casa non dura molto poiché Lallana è bravo a sfruttare una mischia ed infilare l’incolpevole Schmeichel. I Reds pareggiano al 26′, la partita si fa davvero interessante. Una grande lotta in mezzo al campo si risolve in un momentaneo stallo che congeda le squadre negli spogliatoi sul risultato di parità.

La ripresa si apre con il vantaggio dei Reds ad opera del capitano Steven Gerrard, il numero 8 del Liverpool sfrutta un pallone vacante in area del Leicester City e lo scaglia violentemente in rete per il momentaneo 2-1 in favore degli ospiti. Un avvio di secondo tempo decisamente drammatico che si ritrovano a rincorrere dopo il vantaggio iniziale. I Foxes sono costretti a giocare con un uomo in meno per la cacciata di Morgan dal terreno di gioco al 63′, ora sembra essere tutta discesa per gli uomini di Rodgers. Il Liverpool gestisce il match ed in ripartenza colpisce i padroni di casa al 83′ con Henderson: il centrocampista britannico viene servito da un assist geniale di Sterling ed è libero di concludere a porta sguarnita. Il Leicester è oramai un pugile alle corde. Il match termina Leicester-Liverpool 1-3 (clicca QUI per gli highlights), i Reds si rilanciano in classifica con una vittoria non tanto convincente nel gioco, quanto nel carattere di aver ribaltato un match che si stava rivelando complicato con la rete in apertura di gara dei padroni di casa. I Foxes sprofondano sempre più nel baratro del tabellone, ma nulla è compromesso e la prima frazione di gioco disputata quest’oggi deve dare la giusta carica per affrontare con fiducia e coraggio le prossime partite.

 

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.