Atlético-Depor, ecco il VIDEO degli scontri

Polizia scontri Atletico-Depor

Ecco il video degli scontri che hanno preceduto il lunch-match della domenica spagnola tra Atlético Madrid e Deportivo La Coruna, fornito dal portale AS.com, in cui si vedono alcuni esagitati cercare lo scontro frontale con i propri rivali. Secondo quanto appreso dai principali mezzi di informazione, non ci sarebbero state motivazioni sportive dietro a queste violenze bensì politiche, infatti si sono contrapposte frange di tifoserie di sinistra – i Riazor Blues del Deportivo, i Bukaneros del Rayo Vallecano e gli Alkor Hooligans dell’Alcorcon – e di destra, ovvero il Frente Atlético dell’Atlético Madrid. Al momento si parla di più di undici feriti, di cui uno gravissimo, tre per ferite da arma bianca e un agente di Polizia, quattordici fermati e di altri trenta identificati, che potrebbero aumentare a breve, visto che hanno preso parte più di duecento persone agli scontri.

La LFP, la Lega calcio spagnola, ha fatto sapere tramite un comunicato ufficiale sul proprio sito che la propria intenzione di sospendere la gara non è stata sufficiente affinché si annullasse l’incontro, infatti pare che assieme ai due club si fosse deciso all’unanimità di non giocare la partita, ma la sospensione non è stata possibile in quanto non è stato reperito nessun interlocutore della RFEF, la Federcalcio spagnola, unico ente in grado di poter ordinare alla terna arbitrale l’annullamento del match.

Il ricordo è immediatamente tornato al 9 dicembre 1988 quando morì Aitor Zabaleta, tifoso della Real Sociedad, pugnalato nei pressi del Vicente Calderon ormai sedici anni fa.

Video tratto da AS.com

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.