Coppa del Golfo, gli Emirati Arabi chiudono al terzo posto

Le finali per il terzo posto nessuno in verità è molto entusiasta di giocarle. Totò Schillaci e Davor Suker nei Mondiali di Italia 90’ e Francia ’98 rispettivamente, la usarono soprattutto per coronarsi capocannonieri di quei campionati e forse per Ali Mabkhout degli Emirati Arabi Uniti oggi il match per il 3° posto della Coppa del Golfo ha avuto più o meno lo stesso significato: il momento chiave della ‘finalina’ delle deluse arriva infatti al 60’ quando l’attaccante classe 1990 riceve al limite dell’area e fa partire la sua classica sassata di destro. Per lui è il 5° gol, che gli permette di mettere le mani sulla Scarpa d’Oro di questa 22° Coppa del Golfo, difficile infatti pensare che il saudita Al Shamrani o il qatariota Assadalla(suoi immediati inseguitori con due reti ciascuno) possano segnare tre o più nella Gran Finale di domani.

L’1-0 conclusivo, consente ai campioni uscenti degli Emirati Arabi (senza la stella Omar Abdulrahman, in panchina con le stampelle) di battere l’Oman e salire sul podio del torneo regionale per la decima volta nella loro storia, la quinta in cui occupano il 3° posto. Adesso per le due nazionali è già tempo di pensare alla Coppa d’Asia di gennaio in Australia: l’Oman giocherà nel proibitivo gruppo A assieme ai padroni di casa australiani e Corea del Sud(oltre al Kuwait, che però non spaventa troppo dopo il 5-0 di qualche giorno fa); per gli Emirati Arabi Uniti sembra invece decisamente più abbordabile il comunque equilibrato girone C, un gruppo ‘del Golfo’, che oltre agli emiratini contempla la presenza di Iran, Qatar e Bahrein.

DOMANI GRAN FINALE

Gran Finale della Coppa del Golfo in programma domani alle 19.45 italiane allo stadio internazionale ‘Re Fahd’ con Arabia Saudita e Qatar di scena. In un primo momento si era pensato che il match potesse essere nuovamente diretto dall’australiano Benjamin Williams, già arbitro dell’incontro inaugurale tra le due stesse rappresentative. Alla fine però ha prevalso la tradizionale politica della commissione arbitrale del torneo: dopo l’inclusione di alcuni arbitri internazionali di peso nella prime fasi e fino alle semifinali, la finale viene sempre assegnata ad un arbitro di una delle federazioni del Golfo, nella fattispecie sarà l’iracheno Mohammed Qasim Esee, il cui unico precedente nell’attuale torneo risale alla partita della prima fase a gironi, Arabia Saudita-Bahrein 3-0.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.