Francia: Caen-Nimes “truccata” in cambio di casse di vino? Il contenuto dell’intercettazione telefonica

Nimes

FRANCIA. Emergono risvolti inquietanti dalle prime indiscrezioni riguardanti lo scandalo che ha coinvolto diverse squadre francesi, tra cui il Nimes, accusato di aver “comprato” o tentato di “aggiustare” diverse partite dello scorso campionato per assicurarsi la permanenza in Ligue 2. Secondo France 3, in occasione di CaenNimes, gli ospiti avrebbero portato diverse casse di vino nello spogliatoio dei padroni di casa.

Benchè non ci siano ancora conferme sulla natura dell’omaggio, la trascrizione dell’intercettazione telefonica tra i due presidente sembrerebbe comunque confermare l’accordo tra le due società, nonchè la presenza di un particolare “regalo”. Ricordiamo che Caen-Nimes finì 1-1 e grazie a quel punto i padroni di casa salirono in Ligue 1 e gli ospiti raggiunsero l’agognata salvezza.

 

Di seguito, il contenuto della telefonata effettuata il 13 maggio, stesso giorno della partita.

Fortin (presidente Caen) : «Anche te un punto?»

Conrad (presidente (Nimes) : «Sì, ci serve un punto, ecco»

Fortin : «Beh, se non siamo troppo ca**oni, eh?»

Conrad : «Dici bene che il nuovo presidente del Nimes non è troppo ca**one. Si è anche migliorato  (N.B. Conrad usa il termine se bonifier, utilizzato solitamente per indicare il miglioramento del vino con il passare degli anni) e ha portato un regalo per tutti».

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.