Coppa del Golfo: piovono (auto)gol!

Dopo un altro 0-0 nella prima partita di giornata tra Yemen e Qatar (il terzo in sei match), al Re Fahd l’Arabia Saudita supera 3-0 il Bahrein con ben due autoreti della squadra avversaria e vede la semifinale. L’Arabia Saudita è con un piede in semifinale, mentre è probabile che Qatar e Bahrein mercoledì giocheranno uno spareggio per il secondo posto. I risultati della seconda giornata del girone A sembrano disegnare questo futuro per il primo gruppo della Coppa del Golfo 2014, davvero di scarso rilievo tecnico fino ad ora e con pochissimi gol, appena uno per partita viste le 6 marcature in altrettanti incontri.

QATAR-YEMEN 0-0
Nella prima partita disputata allo stadio internazionale Re Fahd di Riyadh, nello 0-0 tra Yemen e Qatar la nazionale ospite del Mondiale del 2022 è veramente deludente sul piano del gioco ed esibisce una sufficienza preoccupante in fase offensiva, dove una volta che raggiunge l’area rivale non ferisce come potrebbe e dovrebbe. Le assenze dalla rosa della mezzapunta Khalfan Ibrahim e dell’uruguagio naturalizzato Sebastián Soria sono indubbiamente rilevanti, ma non possono giustificare l’apatia e l’imprecisione in attacco dei Marroni. Dopo due occasioni concesse dalla distratta retroguardia dello Yemen nei primi 5 minuti di gioco, l’occasione più ghiotta della partita capita al 29’ proprio sui piedi della nazionale sud arabica: Al Khyat da centrocampo pesca con un lancio telecomandato al limite dell’area l’attaccante Al Matari, che si presenta a tu per tu con il portiere Buhran, ma spedisce il diagonale clamorosamente a lato.

Nella ripresa il Qatar continua a fare la partita, ma ha troppa fretta quando cerca soluzioni negli ultimi 20 metri e manca della lucidità adeguata per poter scardinare il fortino yemenita, ancora immacolato dopo due gare. Dopo 9 lunghissimi minuti di recupero, il fischio finale è accolto in modo trionfale dagli uomini di Soukup, che festeggiano come San Marino contro l’Estonia. Lo Yemen resta teoricamente in corsa per un posto in semifinale, ma il confronto contro l’Arabia Saudita nell’ultimo turno appare comunque proibitivo. Il Qatar contro il Bahrein dovrà cercare di vincere, ma anche un pareggio forse potrebbe garantirgli un posto in semifinale.

ARABIA SAUDITA-BAHREIN 3-0
Nella partita successiva i padroni di casa dell’Arabia Saudita hanno vita facile contro il Bahrein, schiacciato costantemente nella propria metà campo. Dopo tanto possesso palla in territorio contrario, finalmente i Falchi del Deserto sbloccano il risultato al 26’: Kariri dalla sinistra serve Al Shamrani, che stoppa di petto al limite dell’area spalle alla porta e girandosi trova nel corridoio Al Dosari; il numero 18 è a tu per tu con il portiere, cerca il dribbling, cincischia troppo, quasi se lo perde, quando finalmente butta la palla in mezzo e, dopo una debole ribattuta della difesa rivale, è ancora Al Shamrani che arriva puntuale, infilando la porta semi sguarnita. Per l’attaccante dell’Hilal primo gol nel torneo.

Da lì in poi la partita non ha storia e il Bahrein nella ripresa mette a nudo tutti i suoi limiti difensivi, infilando la propria porta per ben due volte: prima è Al Hazaa al 54’ che su cross dalla destra di Al Jassim colpisce di stinco e manda il pallone sul palo alla destra del portiere Jafaar; quindi al 70’ è la volta dell’altro centrale, Mohammed Husayn, che su traversone basso dalla sinistra di Al Faraj tocca di piatto sotto la traversa, manco fosse un centravanti. Robe da Mai dire Gol, per le quali sicuramente domani si parlerà un po’ di più di questo torneo dimenticato nel deserto arabo.

COSA PUO’ SUCCEDERE NEL GIRONE A

L’Arabia Saudita vince sicuramente il girone se:

1)vince contro lo Yemen
2)Pareggia contro lo Yemen e finisce in pareggio anche l’altro incontro tra Qatar e Bahrein
3)Pareggia con lo Yemen e il Bahrein batte il Qatar
4)Pareggia con lo Yemen e il Qatar batte il Bahrein con meno di due gol di scarto

L’Arabia Saudita passa il turno come seconda se:

1)Pareggia con lo Yemen e il Qatar batte il Bahrein con più di tre gol di scarto;
2)Perde con lo Yemen e l’incontro Qatar-Bahrein finisce in parità; 3)perde con lo Yemen per 0-1 e il Bahrein non vince con più di 4 gol di scarto la partita con il Qatar.
Qualora l’Arabia perdesse 2-1, al Bahrein non basterebbe vincere 5-0, perché con tale combinazione di risultati finirebbero entrambe dietro allo Yemen a 4 punti, con la stessa differenza reti e lo stesso numeri di gol fatti. A quel punto si prenderebbe in considerazione lo scontro diretto e il 3-0 dell’Arabia Saudita di domenica sarebbe decisivo. Il Bahrein deve quindi vincere e tifare Arabia Saudita per sperare di passare

L’Arabia Saudita è eliminata se:

1)Perde con lo Yemen e il Qatar batte il Bahrein: si qualificherebbero Yemen e Qatar
2)perde con lo Yemen 1-0 o 2-0 e il Bahrein vince con 5 gol di scarto contro il Qatar
3)perde con un gol di scarto dal 2-1 in su(2-1, 3-2, ecc.) e il Bahrein vince con 6 gol di scarto: si qualificherebbero Yemen e Bahrein.

Lo Yemen si qualifica se:

1)Vince con l’Arabia Saudita
2)Pareggia per 2-2 con l’Arabia Saudita e Qatar-Bahrein finisce 0-0

ESISTONO INOLTRE DUE POSSIBILITA’ IN CUI SIA NECESSARIO RICORRERE AL SORTEGGIO:

1)Se l’Arabia Saudita pareggia 0-0 con lo Yemen e il Qatar batte 3-0 il Bahrein, Arabia Saudita e Qatar passano a braccetto, ma dovrà essere sorteggiata la loro rispettiva posizione, poiché tale combinazione di risultati le porrebbe in perfetta parità di differenza reti, gol segnati e con l’1-1 nel confronto diretto
2)Se lo Yemen pareggia 1-1 con l’Arabia Saudita e il Qatar fa 0-0 con il Bahrein, Yemen e Qatar concluderebbero appaiate con 3 punti, con uguale differenza reti, 1 gol fatto e 1 subito e con lo scontro diretto termianto 0-0: sorteggio che sarebbe necessario per determinare la nazionale qualificata come seconda.

Oggi, 17 novembre, le gare del Girone B allo stadio Principe Faisal: si comincia con Emirati Arabi Uniti-Kuwait alle 15.45 di Roma; alle 18.15 Iraq-Oman

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.