Basilea-Ludogorets 4-0: ai bulgari parte l’Embolo, gli elvetici calano il poker che vale il secondo posto

basilea ludogorets

Il Basilea vendica la sconfitta subita in Bulgaria nella scorsa giornata di Champions League e annienta il Ludogorets con un netto 4-0, frutto delle reti messe a segno da Embolo, Gonzalez, Gashi e Suchy. Buon primo tempo degli svizzeri, che vanno sul doppio vantaggio e nella ripresa affondano il colpo, mettendo a nudo tutte le difficoltà della squadra ospite, soprattutto della difesa, assai lenta e incapace di marcare per bene i due protagonisti del match, ovvero Embolo e Gonzalez, che nella ripresa sono risultati decisivi per la goleada degli elvetici, che infliggono ai bulgari la terza sconfitta su 4 partite disputate in questa fase a gironi.

FORMAZIONI – Sousa schiera gli svizzeri con un 4-1-4-1 in cui Embolo funge da unico terminale offensivo davanti a un folto centrocampo, con Gonzalez e Gashi pronti a involarsi in velocità sulle fasce laterali. Dermendzhiev opta, invece, per un 4-2-3-1 con Abalo, Marcelinho e Aleksandrov che agiscono dietro all’unica vera punta, ovvero Bezjak.

PRIMO TEMPO – Prima frazione di gioco di marca quasi totalmente svizzera, con i padroni di casa che partono forte con il primo tiro del match di Gonzalez che viene deviato in corner da Stojanov, che è deciviso prima su un calcio di punizione dal limite dell’area di Zuffi e poi su un tiro diretto dall’angolino da buona posizione di Elneny. La risposta del Ludogorets è tutta nella conclusione da fuori del subentrante Aleksandrov (entrato al posto di Moti, eroe nel ritorno dei play-off per l’accesso alla fase a gironi di Champions League), contrastata da un ottimo intervento di Vaclik.

Al 34′ il Basilea passa in vantaggio con una fantastica azione del 17enne svizzero classe ’97 Embolo, che riceve palla in area da Frei, riesce a stopparla benissimo di petto, evitare l’attacco di Terziev e superare Stojanov, depositando il pallone nell’angolino basso per il gol dell’1-0, diventando così uno dei giocatori più giovani ad aver segnato un gol in Champions League. Passano appena 7 minuti e i padroni di casa raddoppiano con un lancio millimetrico di Schar che trova Gonzalez sul filo del fuorigioco, che sfrutta la lenta difesa dei bulgari per siglare la rete del meritato 2-0. Nel primo dei tre minuti di recupero accordati dall’arbitro francese Lannoy il Ludogorets ha una ghiotta occasione per rientrare in partita, ma ancora Vaclik chiude bene lo specchio della porta ad Aleksandrov.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il Ludogorets va in campo con un piglio diverso, deciso a provare a recuperare il doppio svantaggio, ma è il Basilea a sfiorare il terzo gol della partita con una rete annullata giustamente a Gonzalez per un fuorigioco millimetrico del centrocampista offensivo dei bulgari. La conclusione di Embolo respinta con qualche difficoltà da Stojanov è solo il preludio per il gol del 3-0, messo a segno da Gashi, che ha deviato in rete da due passi un traversone dello stesso Embolo, che sul passaggio di un compagno risulta però il leggero offside, non ravvisato dall’assistente del fischietto francese.

Il Ludogorets va completamente in palla e così il Basilea dilaga: al 66′ Suchy sfrutta un errore della difesa ospite su un corner dalla sinistra per mettere il rete il gol del 4-0. Nell’ultima mezz’ora succede poco o nulla, con gli elvetici che amministrano il vantaggio e non concedono spazi agli ospiti.

About Federico Papi 160 Articoli
Giornalista di Tutto Calcio Estero e Calcio Olandese Blog, nonché fedele tifoso del Parma, da 7 anni abbonato al Tardini. Amante dell'Eredivisie e del PSV all'ennesimo livello e studente di Economia a Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.