Arsenal-Anderlecht 3-3: i biancomalva rimontano tre reti ai Gunners nella ripresa

Arsenal-Anderlecht

L‘Arsenal ospita all’Emirates Stadium l’Anderlecht per il quarto turno del girone D. I londinesi nella precedente partita sono riuscit,i con una prodigiosa rimonta nel finale, ad espugnare il Constant Vanden Stock. La rete decisiva è stata messa a segno dal tedesco Podolski, che quest’oggi si siede comodamente in panchina. Wenger decide di promuovere Oxlande-Chamberlain e Santi Cazorla sugli esterni, con Sanchez dietro la punta centrale Welbeck. L’Arsenal con una vittoria suggellerebbe la seconda posizione nel gruppo D.

Il primo tempo con parte con un relativo equilibrio, l’Anderlecht non si fa intimorire dalla splendida cornice di pubblico biancorosso e mette in apprensione la retroguardia dei Gunners. L’Arsenal però è una squadra ricca di campioni e trova la rete del vantaggio su calcio di rigore con Arteta al 25′: la trasformazione del basco è magistrale e Proto è battuto. L’Anderlecht accusa decisamente il colpo e l i padroni di casa aumentano sensibilmente il ritmo. I biancomalva sono decisamente alle corde e al 29′ i Gunners raddoppiano con Sanchez: il cileno batte un calcio di punizione dal limite, la barriera respinge e l’ex Barcellona replica prepotentemente in rete. La partita si fa decisamente in discesa per gli uomini di Wenger e la prima frazione di gioco si chiude sul doppio vantaggio dei londinesi.

Nella ripresa l’Arsenal non sembra pago del risultato ed Oxlade-Chamberlain trova la rete del 3-0: l’esterno inglese brucia in velocità la retroguardia belga e batte Proto sul secondo palo. Ora si fa davvero dura per l’Anderlecht, ma la squadra belga non si può dire sconfitta poiché Vanden Borre sigla la rete del 3-1 che riaccende le speranze degli ospiti. L’ex Genoa è lesto a sfruttare l’assistenza Kawaya e a concludere a porta sguarnita.

L’Anderlecht si guadagna al 72′ un calcio di rigore per un fallo di Monreal su Mitrovic, alla battuta va Vanden Borre che spiazza Szczesny e riporta in vita la contesa. L’Arsenal è in grande difficoltà ed in un paio di occasioni gli ospiti sfiorano il pareggio. Il fortino dei Gunners si sfascia al 90′ quando Mitrovic con un bell’anticipo di testa batte Szczesny e sigla il clamoroso 3-3. La partita è davvero spettacolare ed il merito è tutto dell’Anderlecht che ci ha sempre creduto, nonostante lo svantaggio di tre reti. La gara termina con questo risultato singolare. Il punto conquistato dai biancomalva ha dell’incredibile, nonostante la qualificazione sia compromessa la dimostrazione di grinta messa in campo dagli ospiti quest’oggi è stata impeccabile. Gli uomini di Wenger possono dirsi insoddisfatti per aver gettato al vento una vittoria importantissima, la retroguardia dei Gunners ha palesato, in un’altra occasione, evidenti limiti tecnico-tattici.

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.