Capital One Cup: fuori a sorpresa Arsenal ed Everton, Liverpool avanti ai rigori

La Coppa di Lega (chiamatela pure Capital One Cup) regala sorprese a non finire, gli appassionati lo sanno bene e a chi non ci credesse chiediamo di controllare i risultati di stasera, che registrano ancora una volta un’eliminazione eccellente. Si chiude infatti qui la corsa dell’Arsenal, il suo giustiziere si chiama Southampton. Serata subito difficile, in apertura Ospina deve darsi da fare su Davis. Al quarto d’ora l’acuto che illude, Sanchez batte una punizione a giro che fa gioire l’Emirates.

Rosicky complica le cose con un fallo su Sadio Mane, il piede fino di Dusan Tadic sbatte la palla in rete. Il colpo del ko arriva a cinque minuti dall’intervallo: botta spaventosa di Nathaniel Clyne che trafigge Ospina dalla distanza. Podolski ci prova subito a rimediare ma il portiere gli dice no. Nella ripresa sono sorprendentemente i Saints a rendersi ancora pericolosi, con Gardos e Pelle, è in salute il gruppo di Koeman. Gunners tutti in avanti nel finale ma finisce due uno per gli ospiti.

Rimedia una bella scoppola pure l’Everton, sconfitto per tre reti a zero dallo Swansea, primo successo in tre gare per i gallesi. I bianchi dominano, Sigurdsson e Montero vicino al gol, alla mezz’ora il vantaggio si concretizza grazie a Dyer su traverson di Montero. I Toffees provano a reagire ma arriva il raddoppio a opera di Sigurdsson. L’Everton è alle corde, il neoentrato Marvin Emnes chiude i giochi nel finale.

Sunderland contro Stoke City, una delle partite più interessanti della serata, allo Stadium of Light sono i Potters ad avere la meglio. I Black Cats partono bene e al minuto numero 16 vanno avanti con Jozy Altidore, Muniesa pareggia i conti quando il cronometro segna la mezz’ora. Prima fraziione di gioco all’insegna dell’equilibrio, nella ripresa ci provano entrambe. Butland protagonista al 62esimo sulla conclusione di Buckley, nove minuti dopo è ancora Muniesa a segnare. La difesa del Sunderland non libera bene, lo spagnolo scarica una botta che infila Pantilimon. L’occasione per un nuovo pareggio ci sarebbe, ma Arnautovic – tutto solo – spreca l’ultima occasione del match.

Il Liverpool ha dovuto sudare contro il Middlesbrough. Un gol per parte nei tempi regolamentari, Rossiter per i Reds e Reach per il Boro, un gol a testa nei supplementari, a firma di Suo e Bamford. La fatica per i giocatori in campo non è finita qui, vi basti pensare che il risultato complessivo, considerati i tiri dal dischetto, è di 14 a 13. A regalare al Liverpool l’accesso al turno successivo è l’errore di Albert Adomah.

Capital One Cup, terzo turno

Arsenal-Southampton 1-2
Cardiff-Bournemouth 0-3
Derby-Reading 2-0
Leyton Orient-Sheffield United 0-1
Liverpool-Middlesbrough 14-13 d.c.r (2-2)
MK Dons-Bradford 2-0
Shrewsbury-Norwich 1-0
Sunderland-Stoke City 1-2
Swansea-Everton 3-0
Fulham-Doncaster 2-1

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.