Galatasaray, Prandelli già in bilico?

Non c’è pace per Cesare Prandelli:: il tecnico lombardo uscito malconcio insieme a tutta l’Italia calcistica dal mondiale brasiliano, non si è perso però d’animo accettando (e come poteva rifiutare ?) un faraonico contratto proposto dal Galatasaray proprio il giorno seguente alle dimissioni dalla carica di Ct della nazionale italiana. I tifosi del Galatasaray però si aspettavano tutt’altri risultati dalla nuova direzione tecnica, la squadra giallo-rossa ha iniziato nei peggiori dei modi la nuova stagione perdendo la supercoppa turca contro gli acerrimi rivali del Fenerbahce, una partita persa ai rigori ma che ha visto la squadra di Prandelli giocare un bruttissimo calcio, privo d’idee e solo un super Muslera ha evitato una possibile imbarcata salvando il risultato svariate volte con super prodezze.

Dimenticata la Supercoppa, tocca al campionato iniziato bene (almeno cosi sembrava);secco 0 a 2 sul campo del Bursaspor a primi tre punti in terra turca per Prandelli, ma il brutto doveva ancora arrivare. Dopo la vittoria a Bursaspor sono arrivati un deludente pareggio casalingo contro un modestissimo Eskisehirspor e, come se non bastasse il deludente risultato, ci si è messo anche l’ex Inter Sneijder a dare contro al suo tecnico. Richiamato in panchina per una prestazione sottotono, l’ex Inter si è rifiutato di stringere la mano al tecnico italiano, reazione riportata su tutti i giornali turchi dove si leggeva come lo spogliatoio non sia proprio dalla sua parte. Se in campionato le cose non vanno come dovrebbero, in coppa le prestazioni non cambiano, con la quasi disfatta in Champions League contro la squadra belga del Anderlecht che avrebbe meritato molto più di un pareggio arrivato all’ultimo istante grazie a Burak Yilmaz. Reazione d’orgoglio in campionato per il Galatasaray ? Macchè, infatti nell’anticipo del sabato sul campo dei neo promossi del Balikesirspor, arriva una pesantissima sconfitta per 2 a 0 che ha fatto infuriare tifosi e dirigenza. Dopo Terim e Mancini la dirigenza turca pensava di andare a colpo sicuro assicurandosi l’ex tecnico della nazionale italiana, ma la ”novula di Fantozzi” sembra ancora non lasciare in pace il povero Cesare. Il ruolino di marcia è pessimo, una vittoria in cinque gare, e la prossima sfida in campionato contro il Sivasspor appare già decisiva per la permanenza sulla panchina della Türk Telekom Arena. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.