Sao Paulo-Cruzeiro 2-0: grande vittoria della Tricolor che riapre il campionato


Grande prestazione, quella del Sao Paulo che batte il Cruzeiro di fronte ai 50.000 do Morumbi. In rete l’ormai leggendario portiere Rogerio Ceni, al suo 120esimo sigillo in carriera, e l’attaccante ex Benfica Alan Kardec, lui invece al settimo gol in questo Brasileirao, che dopo questa sera si è riaperto con il Cruzeiro avanti di soli quattro punti alla squadra di Ramalho

La squadra di casa si presenta con un offensivo 4-2-2-2 con Pato e Kardec punte avanzate supportate da Ganso e Kaka, in mezzo al campo a far legna Souza e Denilson, molta curiosità riguardo terzino destro Auro che ormai sta avanzando di posizioni nelle scelte di Ramalho, che può contare anche su Toloi e Silva davanti al sempre verde Rogerio Ceni. Dall’altra parte il Cruzeiro capolista gioca con un 4-2-3-1 con unica punta Moreno (capocannoniere del campionato) supportato da Alysson Ribeiro e Ricardo Goulart, in mezzo al campo Henrique e Lucas Silva a proteggere la difesa composta in linea da Mayke, Dede, Leo e Ceara ex Psg davanti al portiere Fabio, il miglior estremo difensore del Brasileairao.

L’inizio di gara vede un Cruzeiro molto compatto con il Sao Paulo che detta i ritmi di gioco, al 6′ minuto bella azione di Pato che serve Ganso che di prima con un sinistro a giro trova comunque pronto Fabio in presa bassa. Dieci minuti dopo è Toloi ad avere la palla del vantaggio trovandosi in area solo colpendo però male la palla di testa su calcio di punizione pennellato di Ganso. La risposta del Cruzeiro passa per i piedi di Goulart che, vedendo Rogerio Ceni fuori dai pali, sfiora il legno con un destro morbido. Il Sao Paulo preme ma si dimostra un po’ scoperto e il Cruzeiro in contropiede sfiora il gol ancora con Goulart che dopo una bella azione corale e ben organizzata trova uno strepitoso Rogerio Ceni che manda la palla fuori togliendola da sotto il “sette”. Al 32′ cartellino giallo per Goulart che sarà costretto a saltare per squalifica la partita contro l’Atletico Paranaense di mercoledi. Al 33′ minuto rigore per il Sao Paulo fischiato per un fallo di Dede su Ganso che lo aveva saltato netto, dagli undici metri Rogerio Ceni con un destro centrale potente spiazza Fabio che si era buttato sulla sinistra. Il finale del primo tempo vede un’occasione per parte: la prima è per il Sao Paulo con Kaka che dopo un servizio di Kardec ha trovato in uscita il superbo Fabio a chiudergli lo specchio, dall’altra parte a pochi secondi dal fischio dell’arbitro il sempre attivo Goulart sfugge sulla destra mette in mezzo trovando una carambola clamorosa che vede un doppio tocco involontario di Toloi e Silva che evitano a Alysson di concludere.

Alla fine del tempo i giocatori del Sao Paulo protestano ancora per il mancato rosso nell’occasione del rigore non dato a Dede visto che il difensore era già stato ammonito, e nell’occasione anche Kaka per proteste viene inserito nel cartellino dell’arbitro. La ripresa inizia subito con un legno colpito da Kardec: l’ex Benfica prima ha ciccato la palla di testa, poi si è ritrovato la palla sul sinistro trovando la traversa a Fabio battuto. Un minuto dopo è Ribeiro ad a concludere di sinistro trovando pronto Rogerio Ceni a chiudere sul primo palo. Al quarto d’ora della ripresa è superbo Fabio che mette in angolo con uno splendido intervento su un sinistro potentissimo di Edson Silva. Al 18′ Marcelo Oliveira opta per la soluzione Dagoberto che prende il posto di Lucas Silva, consentendo al Cruzeiro di giocare con due punte e tre centrocampisti offensivi, soluzione tattica che vede il Sao Paulo che può approfittare della superiorità in mezzo al campo.

Al 25′ angolo di Ganso, autentica capocciata di Kardec che trova i riflessi di Fabio che però respinge sui piedi dell’attaccante che mette dentro il 2-0 per la Tricolor. Anche dalla tv brasiliana Belletti ex Barcellona ora commentatore per Globo Sport conferma i progressi della squadra di Ramalho sottolinendo un grande lavoro della difesa elogiando la prestazione del gioiellino Auro classe 96′ Alla mezz’ora della ripresa Oliveira inserisce ‘l’ex romanista Julio Baptista che prende il posto di Goulart uscito stremato, e poco dopo applausi a scena aperta per Ganso che con un gioco di prestigio si libera di Alysson. Il finale vede il Cruzeiro ormai che alza la bandiera bianca, e il tempo vola fino la fischio finale che sancisce la vittoria importante del Sao Paulo che nel prossimo turno incontrerà il Coritiba mentre il Cruzeiro l’Atletico Parananese

About Antonio Cupparo 68 Articoli
Fin da bambino voleva diventare talent scout, seguendo le partite di calcio internazionale, il suo primo idolo è stato Robert Pires, da anni grazie a Footlandia è diventato famoso nel web per le sue schede di giovani in rampa di lancio, il suo idolo calcistico adesso è Chicharito Hernandez suo pallino che ha segnalato alla Lazio nel 2009 senza però essere ascoltato. Ha scritto per Mistermanager e per tuttomercatoweb, oltre ad aver fatto apparizioni in tv private di Roma. Si occupa della rubrica World's got talent dove ci illumina nelle sue performance di descrizione dei nuovi talenti in giro per il mondo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.