Ligue 1: il Marsiglia si sveglia, il Bordeaux si squaglia

Tre gare di Ligue 1 oggi per chiudere il quinto turno. Nella prima il Lille ha vinto e convinto contro il Nantes, in quella delle 17.00 invece il Bordeaux è caduto sul campo del Guingamp. Brutto scivolone per i Girondini. Chi rialza la testa è invece il Marsiglia, una vittoria per allontanare le polemiche e i malumori degli ultimi giorni. Ci voleva proprio.

L’OM ha iniziato proprio male questa stagione, stasera però la macchina di Bielsa gira a meraviglia. Il primo gol arriva al pronti-e-via, la firma è quella del solito Gignac. Sul finire del primo tempo Imbula raddoppia, un intervallo tranquillo per il Marsiglia che non troverà grandi problemi neppure nella ripresa. Arriva il sigillo di Tauvin a chiudere il tris, il gol di N’Sikulu serve solo a rendere meno pesante il passivo per l’Evian. Una boccata d’aria fresca per Bielsa, il terzo posto in classifica permette di guardare le cose con più ottimismo.

Facciamo un passo indietro tornando alla gara del pomeriggio: brutto colpo per il Bordeaux, che ha perso la prima gara della stagione al cospetto di un Guingamp che non sembrava avversario così temibile. Una punizione di Diallo ha portato avanti gli ospiti dopo 26 minuti, prima della pausa arriva un’altra botta, calcio di rigore trasformato da Mandanne. Il Bordeaux le prova tutte per rientrare in partita, all’83esimo Diabate accorcia ma non succede altro. Bel balzo in avanti per il Guingamp, i Girondini restano invece in seconda posizione.

Lille-Nantes 2-0
Guingamp-Bordeaux 2-1
Evian-Marsiglia 1-3

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.