Liga Portuguesa – Si sgomita in prima posizione: pokerissimo Benfica, ma le piccole non mollano la vetta

Che alla quarta giornata di Liga ci fosse in testa il Benfica non era esattamente nei pronostici di inizio campionato, ma ancora meno pronosticabile era che alle Aguias toccasse dividere la vetta con Rio Ave, e Vitoria Guimaraes, oltre che con il Porto. La squadra di Jorge Jesus torna da Setubal con un pokerissimo senza storia rifilato al Vitòria (tripletta del giovane Talisca), ma al primo posto è tutt’altro che sola. C’è anche il Porto, che non va però oltre il pareggio a Guimaraes, siglato dal solito Martinez già in testa alla classifica marcatori. Lo Sporting, dopo il pareggio nel derby contro il Benfica di due settimane fa non riesce a trovare i tre punti nemmeno contro il Belenenses di Beppe Galderisi (partito decisamente meglio dell’anno scorso). Per i Leoes è il terzo pareggio di fila, con un ottavo posto al momento di cui non esattamente vantarsi. Compito dei bianco-verdi sarà quello di ritrovare subito la vittoria contro il Maribor nell’importante prima di Champions di mercoledì. In fondo alla classifica stanzia sempre la neopromossa Penafiel, mentre starà all’Estoril questa sera di liberarsi dalle limacciose zone basse della classifica cercando di trovare finalmente una prima vittoria contro il Nacional.

V. Setùbal – Benfica 0-5

Salvio 10′; Talisca 38′; 43′; 51′; O.John 76′  (BEN)

Moreirense – Rio Ave 1-1

Diego 29′ (RAV); Vitor Gomes 48′ (MOR)

Arouca – Sporting Braga 1-0

Andrè Claro 5′ (ARO)

Sporting Lisbona – Belenenses 1-1

Deyverson 28′ (BEL); Carrillo 35′ (SLI)

Maritimo – Penafiel 2-0 

Barbosa 49′; Weeks 63′ (MAR)

Vitoria Guimaraes – Porto 1-1 

Jackson Martinez 61′ (POR); Mensah 69′ (VGU)

Estoril – Nacional (stasera ore 20.15)

 

 

About Alessio Dell'Anna 130 Articoli
Intrattenitore nel mondo della comunicazione con la passione per il calcio d'antan, è un solista dentro e fuori dal campo, che predica da numero 7 ma razzola da numero 9. Fra il 98' e il 2002 ha inscenato ben 824 repliche dei Mondiali di calcio nella sua cameretta, e ricerca oggi la magia del calcio di un tempo nei campionati con un debito pubblico pericolosamente oltre la soglia di guardia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.