Danimarca-Armenia 2-1: Kahlenberg regala la vittoria nel finale ai danesi

La Danimarca ospita l’Armenia nella prima partita del Girone I (qualificazioni a Euro 2016) coi favori del pronostico nonostante le insidie rappresentati dagli avversari, già capaci di vincere a Copenaghen un anno fa. I danesi si affidano al blocco Ajax con Schone, Boilesen e l’ex Eriksen. Il terminale d’attacco è il solito Bendtner, mentre fra i pali alberga il figlio di Peter Schmeichel, Kasper, in forza al Leicester City. L’Armenia si affida al suo uomo migliore, ossia il trequartista del Borussia Dortmund Mkhitaryan, considerando che l’attaccante titolare Movsisyan è ai box per un problema al ginocchio. Nella prima frazione di gioco la Danimarca ha il pallino del gioco ed impone la propria superiorità tecnica agli armeni. Christian Eriksen scalda i guantoni di Berezovskiy con una potente conclusione dalla distanza. La squadra di Morten Olsen gioca un calcio discreto che valorizza i tenori Eriksen e Schone, la manovra è fluida e il pubblico è piacevolmente soddisfatto della prestazione dei padroni di casa. Bjelland con un colpo di testa impensierisce i tifosi ospiti. L’occasione più ghiotta arriva sui piedi di Boilesen, ma la conclusione dai sedici metri del terzino dell’Ajax sfiora il palo e si perde sul fondo. Il risultato della prima frazione di gioco è un pari senza reti.

Nella ripresa Mikhtaryan gela i danesi con un colpo da biliardo che trafigge Kasper Schmeichel all’angolino. L’Armenia si porta sorprendentemente in vantaggio con il suo giocatore più rappresentativo. Al 64′ Højbjerg  trova la rete del pareggio con un prepotente tiro dal limite dell’area di rigore, nulla da fare per Berezovskiy. Il Parken Stadium tira un notevole sospiro di sollievo per il pareggio della squadra di casa. Il vantaggio per i danesi arriva a dieci minuti dal termina del match: Bendtner e Kahlenberg dialogano eccellentemente e l’ex Arsenal va al crossa dal fondo, lo stesso Kahlenberg riceve il suggerimento del compagno e schiaccia il pallone in rete di testa. La vecchia volpe Olsen non sbaglia il cambio e permette ai suoi di portarsi davanti con l’ex Auxerre. La partita termina 2 – 1 per la Danimarca. Gli uomini di Morten Olsen ottengono con merito tre punti fondamentali per il proseguo del cammino verso l’europeo francese.

About Edoardo Battaglion 224 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Sono laureato in Filologia Moderna e Medievale, inoltre attualmente risiedo in Polonia. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Mi divertono molto i gatti parlanti, la cosmogonia e le birre artigianali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.