Di Maria, addio al veleno:’Il Real Madrid mi vietò di giocare la finale di Rio’

Di María

DI MARIA – Il Real Madrid accusa, Di Maria risponde. Dopo le accusa di Florentino Perez (“Di Maria se ne è andato perché pretendeva lo stesso stipendio di Cristiano Ronaldo”), il calciatore argentino non ha replicato soltanto alle accuse rivoltegli dal presidente delle Merengues, ma è andato oltre. Innanzitutto, “El Fideo” ha smentito seccamente quanto ha dichiarato Florentino:”Non ho mai detto di voler lasciare il Real Madrid e non lo ho mai neppure pensato. Durante la Coppa del Mondo pensavo solo all’Argentina e a null’altro. Quello che hanno scritto i giornali spagnoli non corrispondeva alla realtà: il Real mi ha venduto perché ha preso 75 milioni!”

Dopo la puntualizzazione relativa ai reali motivi del suo addio al Madrid, Di Maria svela un retroscena clamoroso, destinato a lasciare il segno e a scatenare un vespaio di polemiche:”La mattina della finale della Coppa del Mondo, il Real mi ha fatto recapitare una lettera in cui mi chiedeva  espressamente di non scendere in campo. Io, quella lettera, l’ho stracciata senza pensarci su due volte e non ho contattato nessuno del club. Le possibilità che scendessi in campo erano, oggettivamente, basse. Ma ho preferito che fosse Sabella a decidere, senza che nessuno fosse messo al corrente della richiesta del Real.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.