Psg-Bastia 2-0: campioni sul velluto, ma Ibra si ferma

Il Paris Saint-Germain affronta il secondo appuntamento della stagione, rispetto al primo incontro c’è una novità. Si tratta di una novità costosa, cinquanta milioni è costato David Luiz, oggi in campo al posto dell’infortunato Thiago Silva. Blanc affronta il Bastia con la forza dei suoi compioni, entrambe le squadre disposte con un 4-3-3 sulla carta. Questi gli undici del Psg: Sirigu; Van der Weil, Marquinhos, Luiz, Digne; Motta, Verratti, Pastore; Lucas, Ibrahimovic, Cavani. Lavezzi parte dalla panchina. Makelele risponde con Areola; Palmieri, Romaric, Modesto, Peybernes; Ba, Gillet, Maboulou, Boudebouz, Ayite; Brandao.

Occasione per i padroni dopo cinque minuti, Lucas serve Cavani in buona posizione ma ne scaturisce solo un corner. Al quarto d’ora una cattiva notizia per il pubblico del Parco dei Principi, Ibrahimovic è costretto a lasciare spazio a Lavezzi. La gara dello svedese dura solo 16 minuti. Entrambe le squadre cercano la manovra, il Bastia si comporta bene, al 26esimo però Lucas cambia il risultato. Cross dalla sinistra di Van der Wiel, palla con i giri giusti, il brasiliano conclude in grande stile al volo. Uno così non avrebbe fatto comodo al Brasile quest’estate? Il Psg va vicino al raddoppio due giri d’orologio più tardi, Lavezzi semina scompiglio nell’area avversaria, Cavani però viene pescato in fuorigioco. Giornataccia per Areola, il portiere del Bastia al minuto 37 si oppone come meglio più a Digne. Il Psg colleziona occasioni, ci potrebbe essere gloria anche per Lavezzi ma il risultato arriva invariato all’intervallo.

Aurier per van der Wiel, unico cambio durante la pausa, al 53′ Lucas a tu per tu con il portiere non trova lo specchio. Quattro minuti dopo Cavani mette nel sacco il due a zero e si tratta di un gol bellissimo. Verratti batte a sorpresa una punizione, lancio millimetrico lasciato partire con la facilità propria dei campioni, il Matador non è da meno, controllo volante e conclusione vincente in acrobazia. C’è un divario enorme tra le due squadre, il Psg può permettersi di sbagliare numerose palle gol mentre il Bastia non riesce a rendersi pericoloso. La gara è tutta qui, il Paris Saint-Germain mette in cassaforte la prima vittoria della stagione e si tratta della tipica vittoria in stile Psg. Successo da dominatori, magari un po’ sciuponi, ma certamente forti. Vincere è un obbligo.

 

About Paolo Bardelli 2028 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.